pv3

Valentino Pagnin

A+ R A-

03 - Esserci nel Bisogno - a cura del Dott. Michele Bisato

 

“Esserci nel Bisogno”  E’ un progetto che nasce seguendo la modalità con cui ormai da diversi anni sono solito operare, cercando cioè, per quanto mi è possibile, di conciliare la parte professionale del sostegno con quella volontaria. Ritengo infatti quest’ultima, parte doverosamente integrante della prima.
Sino ad ora qui su Facebook ho rivolto l’intervento alle singole persone, a partire da quest’anno lo estenderò anche al gruppo, come faccio già da diversi anni dal vivo.
Sono molto legato al Gruppo "CANCRO AL SENO - Insieme possiamo sconfiggerlo",

a cui sono iscritto, accolto da Valentino, dal novembre del 2014. In esso ho avuto la fortuna e l’onore di conoscere persone eccezionali, alcune delle quali hanno combattuto con una forza tale, trasmettendone altrettanta, che certamente il fatto che non siamo più fisicamente presenti, non farà cessare la grande emozione che suscita il loro ricordo: con la loro voce, i loro scritti, le loro immagini, sono ancora profondamente presenti nel mio e nel cuore di chi qui nel Gruppo le ha conosciute ancor meglio di me.
Come membro del gruppo degli amministratori sto  facendo molto poco, sono sì presente, ma ritengo che in questa posizione e  in particolare per la professione  che faccio dovrei e vorrei fare di più.
Per  tal motivo ho pensato di cominciare proprio da qui, da questo Gruppo, a proporre, per la prima volta da quando sono su Facebook, il mio progetto nella sua parte rivolta ai gruppi on line. 
Si tratta della possibilità, se vi potrà interessare, di organizzare dei momenti di condivisione in gruppo (massimo 6/7 partecipanti per volta, 8 compreso me) di quelle tematiche a forte valenza emotiva che accompagnano il vissuto di ciascuno in relazione alla malattia nelle sue varie fasi.  Le proprie sensazioni ed emozioni, ma non solo, anche quelle dei famigliari e/o compagni, degli amici, dei colleghi di lavoro, che molto spesso si trovano in difficoltà o creano, magari senza volere, ulteriore disagio e sofferenza, non sapendo come poter essere utili o non provandoci neanche. Per non parlare del modo di porsi spesso scarsamente o per nulla empatico del personale medico…  
Obiettivo di questi momenti è dare la possibilità a chi vi partecipa, di esternare stati d’animo, porre domande, offrire consigli (e quindi alcuni strumenti), raccontarsi e tanto altro, il tutto coadiuvato dalla mia presenza ed esperienza, grazie alla quale cercherò di essere anch’io di sostegno e aiuto.
Le tematiche potranno essere liberamente proposte, prima o durante gli incontri.
Come effettuare gli incontri? Vi prospetto alcune possibili modalità:
1. Post di inizio serata e a seguire domande/riflessioni/racconti/commenti.
2. Una diretta (che sarebbe la prima volta per me, anche se ne effettuerò sicuramente in futuro nell’ambito della mia attività), dove io parlo attraverso un video e voi interagite scrivendo
3. Una video chat su Skype (esiste anche l’applicazione Hangouts, di google) in cui anche i partecipanti hanno possibilità di parlare vedendosi durante l’interazione. Skype si scarica facilmente su smartphone, tablet e pc.
Nel primo e nel secondo caso, per maggior privacy, si potrebbe creare per l’occasione un piccolo gruppo  all’interno del grande gruppo, dedicato a questi momenti, nel quale di volta in volta ci si possa iscrive per partecipare e disiscrivere a serata finita (scrivo “serata”, ma potrebbe avvenire anche di mattina, ad esempio il sabato o qualche volta anche nel tardo pomeriggio).

["creativecontactform id="152"]

 

{jcomments on}

 

 

a cura del Dot. Michele Bisato - Psicoterapeuta  individuale e di gruppo.