Write a comment

Oggi ho letto alcuni interventi nel gruppo che seguo su Facebook.

Mi sono ritrovato in pieno in queste testimonianze su come i Medici dell' INPS trattano le persone.

Senza voler mettere in discussione l' Istituto, ma chi è in primo piano, a contatto con gli ammalati, probabili futuri o prossimi invalidi e comunque persone degne di rispetto ( e perché no, un briciolo di cortesia).

Sandrina Piras - Oggi sono stata visitata per l'invalidità.

Sono stanca!

Voglio condividere con voi questo pensiero/sfogo.... un abbraccio a tutte le GUERRIERE!

Sono STANCA di andare a queste visite ,ridicole e umilianti, dove una commissione di medici privi di sensibilità umana DECIDE IL TUO GRADO DI SOFFERENZA per due miseri soldi che eventualmente l’INPS potrebbe darti.

Sono STANCA, dopo tutte le operazioni subite, di farmi visitare da persone che son là solo per lo stipendio e ti trattano senza rispetto né sensibilità per poi dirti “Signora ma io la vedo bene, mi faccia un po’ vedere queste cicatrici…”….

Tu sei costretta a spogliarti, con infinita tristezza, davanti a quattro persone che nulla hanno da dirti se non bisbigliare fra loro robe che non stanno ne in cielo ne in terra………. e dopo una visita così, che io reputo “Visita Invalidante”, pensi che devi tornare in sala operatoria per la settima volta perché la malattia continua a tormentarti la vita!!!! ……e non solo, una “stronza” (e l’ho definita in modo anche troppo gentile) ha osato dirmi “un’altra operazione? …brava brava, così ci mantiene” con uno stupido e vomitevole sorriso in faccia.

SMETTETELA PER L’AMOR DEL CIELO!!!!!

Ho portato tutta la documentazione medica di 6 interventi al seno, mastectomia compresa, non basta ancora???

POVERE NOI! SONO DELL’IDEA CHE QUESTE PRATICHE DEBBANO SBRIGARSELE FRA OSPEDALI E UFFICI LEGALI! CONVOCATE I NOSTRI ONCOLOGI A QUESTE VISITE, NELLE NOSTRE CARTELLE CI SONO ANCHE TUTTE LE FOTO DELLE NOSTRE TETTE MARTORIATE!!! ..e se proprio volete visitarci per decidere voi quanto abbiamo sofferto e continuiamo a soffrire… beh… SUBITELO VOI il nostro percorso di malattia….

Sono convinta che al solo pensiero vi fate la cacca addosso!!!!!!!

_________________________________________________________________ 

Simona Rotesi

Ho vissuto la stessa identica umiliazione....oltre a sentirli dire fra di loro come se io non fossi presente" queste vogliono pure i soldi per farsi le cure estetiche!"

Paola Garofani

A mia madre dopo il cancro all’ intestino e l operazione alla testa con asportazione dell’ orecchio interno con protesi hanno avuto il coraggio di dire che faceva finta di non sentire. Ti capisco

Margani Patrizia

Hai ragione anche io ho provato le tue stesse sensazioni...

 

Nicoletta Aresi

Scusa ma quella deficiente che ti ha detto una frase simile, è penalmente perseguibile! Cretina del ca...o spero venga a te un cancro, così abbiamo finito di darti uno stipendio per fare certe affermazioni! Mi sono molto arrabbiata io nel leggere,, mi immagino cosa tu abbia provato! DENUNCIALA! Un abbraccio

Francesca Cirone

Tutti i medici dovrebbero guardare il film "un medico un uomo"...

 

Pasqualina Romano

No certe cose non si possono sentire. Cmq quello che dici tu l ho passato anch'io ed è troppo umiliante.

Kelo Caliandro

Idem. Come si sente? Tispondo: lei come si sentirebbe al mio posto!

Antonella D'Arienzo

A luglio anch’ io ho fatto la visita per l'invalidità ...,e a detta del deficiente di turno della commissione medica l'invalido per lui è quello che zoppica .!!!! Avrei dovuto avere allora la tetta al posto del piede ;che squallore!!

Ics Ste

Che tristezza guerriere...l ho già scritto su un altro post. Nella commissione dovrebbe esserci almeno un oncologo e magari un altro che sa cosa vuol dire, nel senso che l’ ha passato cosi ci farebbe anche coraggio..ma se così fosse quella persona sarebbe a casa con invalidità totale e 104 e 105 e 106!!!!!

 

Tonia Regano

Anche a me e capitato mi avevano chiesto anche se i capelli che mi erano cresciuti erano i miei boh . e poi di dissero che ero molto curata..e tante altre stronzate ma ti giuro che il medico ( se tale si poteva chiamare) si beccò una risposta più che meritata....perciò non prenderla più di tanto perche di questi imbecilli se ne trovano.....

Angela Meli

Sono tanti insensibili io l'ho vissuta con mio marito operato di tumore al cervello a 55 anni ... e per i danni subiti alle cellule cerebrale non può più lavorare ne tantomeno portare la macchina ,non può uscire da solo perché manca di sensibilità al lato destro ....e i signori dell' Inps anno detto che siccome la malattia si era stabilita. Poteva ritornare a lavorare...quando avevo portato tanto di documentazione fatta dal neurologo e dal neurochirurgo che mio marito non era più in grado di lavorare ...sono insensibili e inumani......tutto questo dopo che mio marito ha versato 40 anni di contributi a sti Fannulloni......

 

Sandrina Piras

L'importante per l'Italia è continuare a erogare pensioni d'oro... e il diritto del malato nel cesso! Che schifo!!

Maria Francesca Comerci

Purtroppo è una realtà, io ho dovuto ricorrere in tribunale e anche a me hanno detto, e me lo dicono quasi tutti, "ma lei sta bene!", perché nonostante la mia condizione di malata oncologica metastatica, i certificati che l'attestano, il DH da quasi 5 anni, la stampella mi rifiuto di perdere la mia dignità inscenando per loro la mia sofferenza... . Lo abbiamo fatto, come Ados di Narni nella "messa in scena "Sdrammatizziamo: il ritorno". La verità è che la politica dell'Inps è di aspettare che ci stanchiamo prolungando i tempi o meglio che nel frattempo moriamo, così risparmiano... Pensiamo, per questi motivi, di organizzare un servizio di "consulenza legale"...

Tonia Regano

come sempre noi pazienti oncologici siamo un numero di una cartella e non essere umani che vanno sopratutto amati e curati e invece no a loro non gli frega un cavolo ....dovevano provare x un po a stare dall'altra parte x capire il calvario di un ammalato che accetta la sua croce e la porta proprio come Gesù

Mirella Simoncelli

Ti capisco...la visita per l'invalidità è veramente umiliante. Ogni volta che ci devo andare mi viene il nervoso. Sono tutti incompetenti. Non è possibile che debbano essere in quattro per farti una finta visita di controllo. Questi rubano uno stipendio sulla nostra pelle!!!

Simonetta Sangaletti

Avete ragione e' proprio uno schifo ci dicono di fare tutte queste visite quando sanno benissimo che e' un controsenso perché nonostante quello che noi abbiamo subito per loro non e' sufficiente ma se fosse stato una di loro di sicuro gliel'avrebbero data

Angela Cherveddu

I medici dell’ inps non capiscono un tubo a me e stato detto signora e ancora giovane può andare a lavorare a sappi che dal prossimo mese le verrà tolto l’  accompagnamento io ho risposto x darla agli falsi invalidi e hai cechi che guidano la macchina fan culo........

 

Luigi E Teresa DeGiorgi

A me dissero se ero sicura di aver fatto una mastectomia....non ho fatto neanche ricorso sembra che ti prendano in giro

Donatella Colasante

Dolore e umiliazione !!!!Che vergogna!

Dina Aufiero

Provare per credere...troppo facile essere dall'altra parte della scrivania!

Dino Oscuri

Ne ho viste e sentite talmente tante a quelle farse (perché di farse si tratta) che ogni commento sarebbe una montagna di insulti per quel surrogato di medici che compongono quel tipo di commissioni!!!!

Caterina Lo Cascio

E umiliante già farsi guardare cosi gonfi senza capelli non reggerti in piedi e ti chiedono mi mostri le cicatrici.......si leggano referti!!!!!

Stefania Pellegrino

Come ti capisco ! Secondo loro devi essere brutta sporca e trasandata per essere creduta . Io ho la mia dignità e mi rifiuto di indossare una maschera di sofferenza ,imparassero a leggere le cartelle cliniche invece di guardarmi in faccia e decidere che sto bene solo perché non mi lascio andare . Sono solo degli insensibili e gli auguro di non dover mai fare i conti col cancro .

Stefania Pellegrino

Eliana Rocca per me hanno deciso che ero guarita dopo sei mesi dalla mastectomia , figurati ! Magari me li avessero dati almeno per due anni . Però ho fatto ricorso ! La cosa vergognosa è che il ricorso è iniziato nel settembre 2012 e per la prima visita ho aspettato fino a novembre 2013 e ancora a oggi non so niente . Bisogna aspettare le calende greche . Fannulloni . E non voglio raccontare il business che c'è dietro a queste visite . Sono veramente allibita .

Valentino Pagnin

vedo che l'argomento "brucia" nell'intimo di tutti, mi associo ed evito di raccontare le mie ESPERIENZE con l' INPS, tanto ...Io non saprei cosa altro aggiungere a quello già detto.

Leandro Storani

Sono convinto che le commissioni si comportano in modo uniforme in tutto il paese in modo da far risparmiare soldi a questo paese ladro... Ma i medici, come riescono a pronunciare certe frasi??

Nadia Corcis

Preferisco non parlarne!!! Vi dico solo che mi sono sfogata con un'amica medico la quale (per difendere l'indifendibile) mi dice: ma sai devono stare attenti agli invalidi falsi. Le ho semplicemente riso in faccia...

Rita de Fazio

Antonietta Tarantini

Anch'io sono stanca di visite,ogni anno non capisco il seno ricresce????????

Stefania Melis

Anche io ho avuto lo stesso trattamento la terza volta mi sono talmente incxxxata che mi sono rifiutata di spogliarmi e gli ho detto"sentite io ci ho provato ci ho messo anche del concime sai com'e si sa mai che durante la notte mi ricresca il seno ,,,, ho preso la documentazione e gli ho detto. ma andate tutti a lavorare nelle corsie degli ospedali oncologici piuttosto che stare seduti tutti sbragati dietro la scrivania. ,non fatte ci vedere capitoooo

Lorella Bagarini

 Anche a me è successo un episodio davvero umiliante ma gliene ho dette quattro. Non è servito a nulla ma almeno mi sono tolta la soddisfazione di farli sentire delle m....... per qualche secondo. Un abbraccio a tutte noi combattiamo contro nemici ben peggiori di questi ignoranti.

Monica Aprile

Ci sono passata anche io....alla fine dopo mille rinvii e rifiuti e visto che stavo meglio...non ho fatto più nulla...era troppo umiliante. Poi ha avuto un ictus mio padre e anche li...nulla...nessun aiuto niente...quando è stato chiamato finalmente alla visita...era in ospedale quindi... rimandata.. .poi... è morto. Siamo ancora in attesa di risposta per il seggiolino della vasca da bagno...è mancato da più di due anni e mezzo....VERGOGNOSO SI!!!!

Clorinda De Santo

Hai perfettamente ragione. Commissione di incompetenti che dopo aver visto la mammella.. Non sanno distinguere una quadrantectomia da una mastectomia. Con il referto davanti agli occhi. Vergogna!

Valentino Pagnin

Si, Stefania, ma così - considerato che il coltello dalla parte del manico ce l' hanno sempre loro, rischi di "inimicarteli" e sai quanto ci mettono a negarti la convalida ? .. in Veneziano "tre schei de monea sta ben in scarsea" che letteralmente vuol dire "tre monetine stanno bene in tasca, ma che nel significato comune indicato "tre grammi di stupidità stanno sempre bene" Io aggiungo di pazienza e sopportazione

Mirella Enei

A .me l hanno data ma ho avuto mamma con mastectomia e metastasi dappertutto poverina non hanno dato nulla nemmeno la reversibilità di mio padre venuto a mancare 7 mesi prima di lei questo come lo chiamereste care amiche?

Franca De Luca

Tesoro, ogni giorno mi domando perché dobbiamo imbatterci in queste "bestie " che non sanno cosa sia la sensibilità..............hai tutta la mia comprensione e, se hai ancora un po’ di forza, scappa e vai da chi sa lavorare seriamente..............forse dovrai girare un po’, ma DEVI trovare chi ti prende a cuore e vuole aiutarti perché è giusto, non perché è remunerativo !!!!

Marina Cerruto

Capisco quello che provi perché l ho vissuto con mia madre molte volte! Ero io che la accompagnavo a queste visite " ridicole" come le chiamavo perché, pur avendo sotto gli occhi tutta la documentazione, questi individui volevano comunque visitarla. Inizialmente, essendo colleghi ho evitato di contestare, l ultima volta mi sono imbestialita, ho detto loro di vergognarsi poiché, proprio perché erano donne prima di essere medici, avrebbero dovuto capire quanto potesse essere umiliante x una donna doversi mostrare in quel modo! Non hanno osato replicare... Prima di essere medici si è' prima di tutto esseri umani, la sensibilità e l umanità sono parte integrante del nostro mestiere. Bisognerebbe mettere una valutazione psicologica ai test di ingresso all’ università di medicina.. Forse così facendo circolerebbe qualche " cane" in meno.

Sonia Pappagallo

Ciao ho vissuto in prima persona con la mamma e so cosa si prova mi sono vista sbattere la cartella clinica della mamma sul tavolo ma' credimi dopo un primo attimo di perplessità ho preso quella cartella e a momenti gli e' l'ha facevo mangiare e sai cosa hanno fatto poi respinto l'accompagno alla mamma ovviamente ricorrerò ma' questo solo per far capire a tutti che tipo di persone lavorano li posti dove si pensa di trovare un po' di sensibilità invece quello che avviene e' al limite della denuncia e se tutti rendessero pubblico quello che fanno quelle persone sarebbero cacciate a calci un culo ...io mi ribellerò' sempre a ciò che e' ingiusto nessuno deve e può permettersi di denigrare con azioni o parole la dignità di una persona ...

Maria Pia Pastore

Si, è un percorso obbligatorio....Se nelle strutture ospedaliere mettessero al primo posto (come voleva Padre Pio ) , la sensibilità del medico verso il malato,probabilmente non avremmo tanti cani che ti calcolano come un numero astratto. Prima se andavi a pagamento,era diverso,ora nemmeno quello : sono talmente pieni di soldi che se ne fregano di tutto e di tutti! E tu lì a subire umiliazioni,come se non bastasse quello che hai..... Mettiamoci che la sanità fa acqua da tutte le parti: a me hanno dato il 74% che non da diritto a nulla ! Fortuna che la vita è una ruota che gira e,prima o poi gli arriverà la pariglia....

Maria Grazia

ricordo anch'io quanto umiliante é stato...5 6 uomini una dottoressa che mi guardava come fossi una mendicante e un uomo della commissione che mi ha chiesto se ero senza capelli ...in un lampo gli ho sventolato la parrucca. .....umiliante. .....

Dino Oscuri

Per essere riconosciuto il diritto all'indennità di accompagnamento per mia moglie, domanda respinta dalla solita commissione di imbecilli, nel 2004 circa abbiamo fatto causa all'INPS. Il CTU nominato dal giudice nel 2010, è venuto a visitare mia moglie, ormai in punto di morte a maggio del 2012. Vinta la causa, a distanza di 2 anni e 4 mesi dalla morte di mia moglie non ho ancora visto 1 centesimo.... VIVA L'ITALIA!!!

Valeria Piandani

Come ti capisco!!!!! Poi le donne sono peggio degli uomini a me addirittura no hanno fatto neanche spogliare non volevano vedere le cicatrici  e da vestita stavo proprio bene!!!!e così mi hanno tolto la pensione di invalidità (il 70% non basta) non solo adesso mi è arrivata una raccomandata che devo restituire 2 mesi di pensione!!!!ma vaff....per colpa di 2 dottoresse che non mi hanno neanche visitato si sono solo limitate a dire "poverina" ha fatto una mastectomia la chemio lo svuotamento ascellare sta facendo la terapia ormonale però adesso sta bene!!!!!!!!!e io a spiegare che non posso più fare il mio lavoro perché sono a rischio linfedema,il braccio mi fa sempre male che devo andare dallo psicologo perché niente è più come prima soffro di insonnia ho degli attacchi di panico::::Però ho fatto l'aggravamento e quindi nuova visita e spero di trovare sempre le due tipe così le metto a posto!!!!

Claudia Borghi

Simona e amministratori, visto il folto e nutrito gruppo di persone che ci sono in questo BLOG, che ne pensate di fare una petizione per far cambiare le procedure che vengono qui descritte. Oppure far pressioni, se conoscete qualcuno potente al governo, per fare una proposta di legge per cambiare. Mio babbo l'ha fatto lo scorso anno per molto meno, ma mi è venuto il vomito a vedere quei quattro pseudo dottori, che non si sono presi neanche la briga di guardare una borsata intera di documenti sulla salute del mio babbo, hanno semplicemente preso la copia delle ultime dimissioni. Sono d'accordo che certe cose le devono sbrigare gli ospedale e soprattutto i Primari dei reparti, che devono essere a conoscenza di cosa succede ai loro pazienti.

Valentino Pagnin

Carissima Claudia, non sono un SIgnor amministratore ma un ammalato di tumore, non al seno, ma con gli stessi problemi. Io personalmente non me la sento di avviare una petizione on-line contro una struttura mastodontica come l' INPS. Oltretutto il Governo ci metterebbe 30 secondi per renderla NON AMMISSIBILE soprattutto in un periodo come questo nel quale è impegnato su altri fronti, Inoltre sono convinto che non sia da mettere in dubbio l' INPS come tale, ma alcune persone che ne fanno parte. La mia cartella clinica è composta da 3862 files, tutti scansionati e disponibili ma se dovessi portare tutto ogni volta + gli originali e magari in centro storico di Venezia, sede dell' INPS, mi ci vorrebbe un furgoncino ed un taxi acqueo ma rifiutano di consultare una chiavetta USB .. o un CD ... e poi si parla di informatizzazione del pubblico impiego. Quello che io credo si possa fare sono delle denunce specifiche, firmate e certificate, con nomi e cognomi indirizzi, luoghi, patologie ecc piuttosto che una petizione on line. Con la collaborazione di qualcuno del gruppo si potrebbe fare un sito internet destinato ma ... con dati CERTIFICATI, GENTE REGOLARMENTE REGISTRATA e non chiunque basta che metta un click, ogni denuncia viene valutata dagli amministratori e pubblicata se corrispondente a canoni prestabiliti ...E ciascuno si assume la responsabilità di quello che scrive. Questo me la sentirei di organizzarlo .... NOn c'è polemica, sia ben chiaro, solo chiarezza. Un abbraccio a tutti e tutte,

Nina Corongiu

Io spero che che con questi specifiche dichiarazioni ,,,si dovrebbe continuare a fare vere petizioni finché tutti abbiano diritti spettanti senza ricorsi e trafile ,,,

Giuseppe E Vita Cannella

Carissime amiche io vivo negli USA e anche qui' devo dire che il paziente e' una fonte di grande guadagno io pago ogni mesi la mia bella assicurazione guai se non l'avessi per il resto non vi dico come vengo trattata la gentilezza e la delicatezza non e' normale anzi certe volte anche troppo. Qui' posti fissi non esistono se un paziente non rimane soddisfatto dal trattamento o se qualche medico o infermiere sbaglia e subito fuori qui il cliente e' sacro!

Susanna Petruzzellis

hai perfettamente ragione !!!sono solo macchine non esseri umani !!

trattate come carne da macello !!

sono schifata da questo sistema !!

...... ma ancor di più da quelle persone che fingono di avere un cancro per rubare un diritto a chi veramente questo problema ce l'ha !!

. i dottori dove sono in quei casi???

collusi con i finti malati !!

non c'é rispetto x noi che abbiamo lottato x rubare un giorno alla volta alla morte che ci rincorreva !!!

Susanna Petruzzellis

 Anche a me una stronza di dottoressa dopo avermi fatto una sottospecie di visita con domande del cavolo comprese(premetto che aveva dinnanzi tutta la documentazione)mi esclama...:AH...PERCHÉ LEI HA FATTO ANCHE LA CHEMIO !! ......ed io ...:MI SCUSI MA PRIMA DI CHIAMARMI NELLA STANZA NON HA LETTO LA DOCUMENTAZIONE CHE LE HO CONSEGNATO???? ......la maledetta stizzita mi ha detto ....Può andare ,la visita è terminata !!! Ecco con chi abbiamo a che fare !!! Sono solo dei gran bastardi !!!

Say something here...
Cancel
Log in with ( Sign Up ? )
or post as a guest
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.