Write a comment


CAROLINA VERDE

 

Con noi, in questo gruppo di Auto Aiuto chiamato

“CANCO AL SENO  Insieme possiamo sconfiggerlo”

dal gennaio del 2015

E da allora ha sempre preso parte attiva nell’aiutare altre Donne, affrontando situazioni difficili, ma sempre con una dolcezza infinita.

Insegna a tutti noi come non è possibile, ancora oggi, autodefinirsi “guarito/a” dal Cancro, una ripresa, una recidiva, una metastasi .. e tutto finisce.

Osservo con infinito piacere, quante persone sono toccate profondamente da questo lutto che ha colpito l’intero gruppo.

Bisogna andare avanti, noi che siamo rimasti, anche per lei.

E’ un impegno.

Morire a 50 anni poco più lascia l’amaro in bocca ancora più amaro.

Il nostro pensiero va alla famiglia, al marito, ai figli.

Resterà per sempre nel mio cuore come in quello di moltissime altre persone e non solo qui, all’interno dl gruppo

 

I COMMENTI  A CALDO, appena venuti a sapere del grave lutto ( i principali, ovviamente )

 

15 febbraio 2018

 

Angie Cariati

appena ,ho saputo,

amore,

che avevi spiccato il volo,verso gli spazi siderali....

E’ stato come ricevere una coltellata al centro esatto del cuore ....la poetessa dal viso d'angelo ,che scriveva con la penna intrisa direttamente nelle sue vene, tanto erano belle ed intense le sue composizioni. Aveva ricevuto riconoscimenti prestigiosi a livello nazionale...

Non era più tra noi...!

Di una bellezza e sensibilità eterea,

di una dolcezza incommensurabile,

ogni suo messaggio ,ogni suo saluto ,ogni suo commento.....

ho urlato il mio dolore per averti persa e pianto....inconsolabilmente...

ma ora realizzo ,come ogni volta ......

che le creature come te...

piene di luce, non rimangono a lungo, tra noi...

e fortunatissime siamo noi tutte che ti abbiamo incontrata

anche se virtualmente....

sul nostro comune travagliato cammino ...

queste immagini ,che ho scelto per renderti omaggio ....

rendono bene la tua natura diafana ed angelica....

il tuo creatore,ora, ti incorona con la  corona di gloria

riservata ai suoi eroi

e tu risplendi trasfigurata

nella gloria simile al Cristo,sul monte Tabor ....

Non dimenticarci, fiore delicato,

guarda il nostro cammino dall'alto

insieme a tutti gli Angeli che ti attendevano......

Ci ritroveremo,dove la tristezza e il dolore ,non esistono......

Tutto il gruppo e'in lutto.

Addio, Carolina, oggi abbiamo perso uno dei nostri gioielli piu preziosi.......

 

 

Katya Novanta

La vita e proprio una merda piu vado avanti e piu sono convinta.

Carolina Verde io non ti dimenticherò mai

male bastardo anche se ci siamo conosciute in chat e non di persona .........

so solo che a sto mondo ce tanta cattiveria

Però  non siamo niente

Io voglio ricordarti cosi come ti ho conosciuta in chat

riposa in pace ......

 

 

 

Anna Vallefuoco

Oggi è una giornata no....cara Carolina Verde

Ti ho conosciuta quasi un anno fa nell'ospedale...

ho solo questa bella foto di te con tuo figlio che mi è rimasta sul cellulare con WhatsApp...

giorni e notte vicino a mia madre ma anche a te...

anche se in un brutto periodo ma ci siamo piaciute subito...

quante risate cara ci siamo fatte….. raccontate

tutta la nostra vita in quei 10 giorni insieme..

una persona straordinaria sempre con il sorriso sulle labbra....

mi mancherà il tuo sorriso

e la tua forza dal profondo del cuore....

i tuoi sms di ogni mattina

e le nostre telefonate..

non ho parole..

solo tanta rabbia con il mondo intero...

Buon viaggio donna guerriera, R.I.P....

Anna.

 

Vanessa Montone

In questo ultimo periodo spesso mi capita di ripetere questa frase:

" questa vita io non la capisco".

Oggi è proprio uno di questi.

Non trovo le parole giuste per potere esprimere il dolore che provo in questo momento.

Sei stata una persona a cui ho pensato spesso durante la malattia.

Mia sorella mi ricordava spesso nei momenti di sconforto

con quanta forza e coraggio tu avessi superato le difficoltà.

Mi ricordo ancora quando mi sei venuta a trovare

di come mi sentissi sollevata e compresa da chi conosceva bene il dolore profondo delle ferite,

del corpo e dello spirito.

Te ne sei andata anche tu.

Lo avevo capito, sabato notte mi sei venuta a salutare e stamattina appena ho aperto gli occhi sei stata la prima persona a cui ho pensato.

Mi ricorderò sempre di te e del tuo sorriso.

 

 

Sandra Vegni

Un amico, Andrea Costi, mi ha chiesto una poesia di Carolina Verde:

è pubblicata in un'antologia pubblica, credo sia lecito trascriverla per ricordarla con le sue stesse parole.

La poesia si intitola

GIOCO SLEALE

Suoni emessi di note smarrite.

stridule, lesionano il vitreo futuro,

sfida a duello con colpi alle spalle,

inflitti con scaltrezza dalla vita incoerente.

Trema lo sguardo basso,

di pianto trattenuto,

incredulità,

sgomento,

e dolore nudo velato di tempo.

 

Mi ubriaco di speranza,

guardando marcire i frutti di un vissuto,

recisa nel corpo e nell'animo

che scruta, pavido, con occhi di timore.

 

Mi accarezza il capo di un brivido freddo,

il domani senza volto,

rigurgiti di realtà,

soffocano la mente arida di sogni,

insonne nel buio di incertezze.

 

Porge il palmo,

allevia la caduta rovinosa,

la sorte cieca,

sorridendo al coraggio di costruire i giorni.

 

Alessandra Tullo

Ci siamo conosciute due anni fa : arrivammo insieme alla finale del premio letterario a Monza. Quando lei lesse la sua poesia rimasi incantata e appena tornò al suo posto in platea , di fronte a me , ricordo, misi una mano sulla sua spalla e strinsi un po’.

Da lì fu empatia immediata tra noi due.

Parlammo tanto fuori dal teatro,

ci scambiammo i numeri e l’amicizia su face.

Una bellissima amicizia tenuta viva da uno scambio di messaggi

e la promessa di vederci presto a Roma .

Una ventina di giorni fa ci siamo sentite per l’ultima volta ,

stava lottando di nuovo contro il male che l’ha colpita di nuovo quest’anno.

Carolina oggi è volata in cielo

ed io sento di aver perso ancora una volta

una persona speciale,

ma so che lei vivrà

nei miei scritti,

nei miei pensieri

e nel mio cuore.

Ciao bambolina

 

Claudio Rocca

Dispiace tanto anche a me...

leggo da stamane e non ho parole...

è atroce pensare una vita spezzata così giovane

ma ancor più atroce pensare che questa vita spezzata

possa lasciare anche dei figli ed una famiglia...

queste sono tragedie che non si dovrebbero mai leggere

ma che purtroppo ultimamente con rassegnazione leggiamo molto spesso....

 .... Che Dio dia la forza al marito di farcela

senza guida di una donna in casa,

la quale, da sempre è la colonna portante della famiglia...

che Dio dia la forza a tutti i cari di accettare questa tremenda realtà con fede....

 

 

Davide Mauri

Stamattina una strana luce illuminava la finestra,

eri tu cugina che mi avvisavi che saresti tornata nella Casa del Padre..

Non si trovano facilmente le parole quando ci si saluta,

i pensieri smarriti e persi nelle lacrime silenziose del cuore

incupiscono e ci dettano i tempi del silenzio.

Provando a trovare la forza di scrivere al computer qualcosa,

posso solo sorridere che la tua vita è sempre stata orientata

all'ottimismo,

alla forza,

alla tenace resistenza al dolore,

al superamento degli ostacoli che la vita ci pone dinanzi

e che dobbiamo superare per amore di chi ci sta accanto.

Non potevo avere cugina migliore,

non potevo avere una famiglia migliore,

non potevo avere origine migliore

in un tempo in cui le origini e le identità

sono negate e spesso tradite.

Quando si muore si cercano ragioni e significati,

io invece al buio del dubbio e del dolore

ti dirò solamente che la tua vita resta intorno a noi

ad indicarci certezze d'amore,

esempi e persone che hai fatto nascere

ed ai quali hai trasmesso i tuoi occhi

e la tua eredità umana.

Oggi quando di lassù mi guarderai con Raffaele

e tutta la famiglia sorridimi e chiamami

"Daviduccio caro" così capirò che non ci perderemo mai.

Tuo cugino Davide

 

Stefania Convalle

Credo nell'energia, e anche nella forza di una preghiera.

C'è una persona a me cara, una poetessa e scrittrice

che è stata premiata nelle due ultime edizioni del

Premio Letterario Dentro l'amore,

che ha bisogno della forza che possiamo darle.

Nel 2016 era venuta, dalla Campania, a ritirare il suo premio

per la sua lettera a se stessa che era rientrata in quelle finaliste.

L'ultima volta non ha potuto esserci, ma il suo racconto ha ricevuto la menzione speciale.

La promessa che ci siamo fatte è che ci saremmo riviste appena lei fosse stata meglio.

Carolina Verde stava lottando con tutta se stessa.

 

Wanda Fosso‎

 

Cara Carolina Verde ti ho conosciuto in circostanze non belle per te e per me....

Siamo state insieme solo poche ore ma sono bastate per farti entrare nel mio cuore...

Mi sei subito piaciuta ho visto in te una donna bella e forte nonostante il male...

Volevo venirti a trovare a casa per prendere un caffè insieme...

Ma non ci sono riuscita...

Il male ti ha portato via...

Ho aperto fb e ho letto di questa bruttissima notizia...

Non ho parole sono davvero e molto dispiaciuta...

Avrò di te un bellissimo ricordo

che porterò sempre con me...

Ciao grande donna❤️

 

 {jcomments on}

 

 

Say something here...
Cancel
Log in with ( Sign Up ? )
or post as a guest
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.