Madre...vorrei avere una millesima parte della tua saggezza...

Del coraggio che hai avuto a portare avanti sei figli e due genitori anziani...

In una umilissima casa di montagna...con tutt'intorno lavori da uomo da svolgere...

Tu seminavi i campi...

Tu raccoglievi il grano e ne traevi la farina...con cui poi tutti i giorni

Con quelle adorate mani generose ,

Preparavi a'pitta e ri maccarruni...

(Mmmhmm quei tagliolini con i ceci...!)

Una quercia...

Una roccia...

Un'eroe...a gestire la fattoria che papà, ti aveva affidato...andando a cercare lavoro in Germania...

Ogni tre anni un figlio...

Partorivi su una vecchia spianatoia...

Quasi senza aiuto...

MADRE MIA...chissa' quali immense paure abitavano il tuo cuore!!

Non lasciavi trapelare nulla...

Nella tua granitica certezza che il male non si raccontaaa...

Anche se non eri avvezza a farci le coccole (all'epoca la saggezza popolare insegnava ai genitori a baciare i figli nel sonno...

per non mostrare quella che secondo gli anziani era debolezza)io so che

Tu ci amavi al disopra della tua stessa vita...

Non c'era acqua...si facevano km

Per approvvigionarsene..

Per fare il bucato...rischiavi la pelle

Nei pressi dei gorghi impetuosi di un fiume....

Eppure ,tutto e' andato bene...

Eppure non hai mai mollato...

Anche quando i tuoi sogni crollarono insieme alla tua casa...perché il famigerato fiume era un fiume  sotterraneo,

che gonfiandosi per le piogge abbondantissime...diede origine all'alluvione!!

Ma anche allora...rimasta in mezzo al NULLA...portasti avanti Il TUTTO.

il tuo tesoro ...LE TUE CREATURE...!

Grazie,.mamma.