VALENTINO-APPUNTI

20 Gennaio 2018

Vorrei fare una denuncia, ma non sono certa di potermi esprimere: gli ammalati da sempre hanno un senso di rispetto anche eccessivo per la figura dei Medici.

Credo che conosciate già la mia condizione di malata di cancro al seno

Faccio la premessa:

Avevo cambiato ospedale all'inizio del mio percorso perché avevo come interlocutrice una oncologa che si rifiutava di farmi fare la chemioterapia perché prendeva in considerazione il Ki67 (l'indice del Ki67 (la frazione di cellule tumorali positive all'antigene espressa in percentuale), è spesso correlato con il decorso clinico della malattia neoplastica. Esso viene determinato mediante l'utilizzo di anticorpi monoclonali.) del agoaspirato che mi era stato fatto prima della mastectomia invece che basarsi sul Ki67 dell' istologico.

E questo perché l'agoaspirato era stato fatto dai "suoi ragazzi", come diceva lei, cioè all'interno della struttura, mentre l'istologico era stato fatto da un altro laboratorio e i risultati non coincidevano.

Faccio questa premessa soltanto per lasciare chiaro il quanto ci tengo a fare tutto giusto, a seguire esattamente i protocolli ed a tenermi informata sulla mia progressione di malata.

Bene. Premessa fatta andiamo alla denuncia che non sporgerò.+

Vorrei però chiedere a chi ha avuto modo di conoscerla, cosa pensa della Dottoressa Cristina Falci dello I.O.V. di Padova

Di fatto, nel orso della terapia chemio, avevo chiesto all'Oncologo che mi segue, se potevo avere una pausa trovandomi in una condizione di assoluta spossatezza fisica e psicologica. Lui mi rispose di sospendere ma non per una lunga parentesi e comunque di farmi somministrare delle flebo di soluzione fisiologica per l'idratazione che non doveva venire meno.

La Dottoressa Cristina, alla mia richiesta, mi ha negato una flebo ricostituente e di fisiologica oggi.

Mi disse pure che se avessi "saltato" arei perso il mio turno e che la settimana prossima non c'era neanche una poltrona disponibile per fare la chemioterapia, ed alla fine mi ha fissato la ripresa della chemio a febbraio invece che fra 4 giorni come aveva chiesto l'Oncologo. 

Il motivo? Si è incazzata, trattandomi male e mi facendo sentire una m* soltanto perché ho detto che sto malissimo, che sono stata una settimana a letto per gli effetti collaterali del Taxolo e perché a causa di questo l'ho chiesto di non fare la chemio oggi per poter riprendermi un po' questo weekend.

Oltre ad avermi negato il diritto di fare una idratazione per farmi sentirmi Meglio (ho la nausea, vomito in continuazione, sono debolissima e ho anche la diarrea) e avermi negato il diritto di fare la chemio settimana prossima , mi ha anche minacciato con informazioni sbagliate, mettendomi in ansia e mettendo in crisi con il mio compagno.

Una volta lasciato lo studio il mio compagno cominciò a dirmene di tutti i colori, incazzato nero con me.

In poche parole, la "dottoressa Francesca" mi aveva detto che prendendo una pausa di qualche giorno, avrei annullato l'efficacia dell'intero ciclo di chemioterapia e di tutte le sedute che avevo già fatto. Ma corrispondeva al vero o era pura e gratuita intimidazione ? 

Ho lasciato il suo studio col mio compagno che mi urlava: "Vedi, stupida? Hai buttato tutto quello che hai già fatto! Sei una scema! "Abbiamo" sofferto tutti gli effetti delle chemio per niente!..."

Stavo per piangere quando, per la grazia di Dio, ho trovato per caso nei corridoi dello I.O.V. l'Oncologo che mi ha seguita da quando ho iniziato la chemio.

Lui si è fermato a chiedere come stavo e quando ho detto che stavo andando a casa perché la dottoressa non mi faceva fare l'idratazione si è scusato.

Io e questo oncologo eravamo già d'accordo che non facevo la chemio oggi perché mi aveva chiamato mercoledì, e siccome stavo molto male mi aveva proposto proprio lui di prendere tre o quattro giorni di pausa o di ridurre il dosaggio chemioterapico.

Avevo risposto che non mi andava di ridurre il dosaggio ma che tre giorni di pausa li avrei presi volentieri.

Allora, sempre l'Oncologo,  mi aveva orientato:

"Non ci sarò io venerdì, ma spieghi alla dottoressa che lei ha parlato con me e che farà l'idratazione invece della chemio  e chieda alla dottoressa di fissare la prossima chemio per lunedì o martedì."

Quando ho detto che la dottoressa aveva fissato la chemio, ma  per i primi di febbraio invece che fra 4 giorni perché non c'erano posti, è rimasto sconvolto.

Mi ha chiesto di aspettare un attimo perché li sembrava un po' "strano" che non ci fossi posto.

È entrato in un ufficio e cinque minuti dopo è uscito con un documento che prenotava la poltrona per martedì prossimo, quindi tra 4 giorni come d'accordo.

Ma allora, il posto c'era ma mancava la volontà, oppure la Dottoressa Cristina mi aveva mentito deliberatamente ? 

Poi l'ho chiesto se era vero che questi quattro giorni di pausa annullavano l'efficacia della chemioterapia in toto, e lui mi ha detto di no, imbarazzato e chiedendo scusa per l'atteggiamento della collega, che già altre volte aveva avuto un atteggiamento simili, irritanti e poco collaborativi. 

Ma io mi chiedo: con tutto lo stress che già dobbiamo subire nell' affrontare un tumore... dobbiamo proprio dover affrontare anche medici così?

Privi di un minimo segno di empatia... antipatici, arroganti, bugiardi e maleducati...

ma come lasciano che sta ippopotamo stia li?

Ora io dico QUI cosa è successo, perché la volta scorsa avevo raccontato soltanto nel mio fb e non avevo detto il suo nome.

Poi però ho scoperto che non sono stata l'unica a essere trattata così!

Vorrei tanto denunciarla anche da qualche altra parte perché mi sento così di m*rda... ma non credo ci sia altro da fare.

A meno che non si possa essere in tante perché sappiamo tutte benissimo che il coltello dalla parte del manico ce lo hanno sempre loro e spesso ci costringono ad abbassare la testa in modo del tutto gratuito. Sarei grata per una possibile collaborazione in questa proposta finalizzata a tutelare gli ammalati da soprusi in reparto.

Grazie,

Rony Schroder

 

Oggi ho voluto dare fiducia ad una persona : Rosa Rosellina

Non pubblico link o foto, solamente lo scambio di messaggi che mi hanno indotto a cambiare posizione:

Rosa Rosellina

1 amicizia in comune: Roberta

Vive a Bosa

Ore 10:28

Valentino

Ciao, ho diverse segnalazioni dal gruppo CANCRO AL SENO di pubblicazione di post non autorizzata in quanto pubblicati all'interno di un Gruppo Chiuso. Gradisco chiarimenti in proposito ma, nel frattempo, ti allontano riservandomi di segnalare la cosa direttamente a Facebbook, segnalazione illeciti. Grazie. Un amministratore

Rosa Rosellina ha letto la tua richiesta.

Rosa Rosellina

Forse qualcuno sta usando il mio profilo a mia insaputa.

Non ho pubblicato mai niente sul vostro gruppo.

Grazie comunque per avermi eliminata.

Avete agito senza chiedermi spiegazioni

 

Valentino

Io non ti ho espulso dal gruppo, verifica pure, puoi ancora accedere, Ti ho solamente sospesa !

E prima di eliminarti ho chiesto spiegazioni.

Vedi di informarti bene prima di rispondere.

Non è nel gruppo che è stata commessa l'infrazione ma nella pagina "IN SENO ALLA VITA".

  

Rosa Rosellina

E posso sapere quale è il post che ha determinato l'infrazione?

Ci sono più amministratori della mia pagina

E tanti possono immettere i post col nome "In seno alla vita"

È da un po' che non pubblico post nella mia pagina

E oggi aprendo Facebook trovo i vostri insulti sul mio profilo

 

Valentino

Guarda che è possibile un hackeraggio, io non lo metto in dubbio.

Verifichiamo assieme.

Ti mando dei link.

Io non ho insultato anzi, credo di avere al momento tranquillizzato: me ne sto occupando, calma e cortesia ...

 

Rosa Rosellina

La mia non è una pseudo pagina! Io stessa ho un cancro e mai potrei insultate ed offendere altre persone malate come me

Altre persone del tuo gruppo ha scritto queste offese.

Sono senza parole!

Amareggiata e ferita da chi invece dovrebbe comprendere ed aiutare

Sto ricevendo da persone del gruppo tanti messaggi in privato ingiuriosi!

 

Valentino

Ma certo, ed è per questo che siamo qui.

Io non intendo criminalizzare proprio nessuno.

Sei iscritta in Cancro al seno DAL 2013, MICA DA IERI

Quindi ti porto  massimo rispetto, è quasi un'ora che lavoro a fermare ipotesi ed illazioni.

 

Rosa Rosellina

Per favore, è già un terribile momento per me.

Non sto seguendo la pagina, ho mio fratello in rianimazione, sta morendo per una carcinomatosi peritoneale.

Ho già il mio fardello, e gli insulti che sto ricevendo sono frustate!

 

Valentino

Io non posso fermare le ingiurie che ciascuno, sotto la sua responsabilità personale, ti invia in privato, purtroppo.

Lo comprendo, anzi interverrò nuovamente per bloccarli.

 

Rosa Rosellina

Spero e prego affinché nessuno di voi possa mai provare il mio dolore. Vi auguro buona fortuna.

 

Valentino

Calma, una parte del lavoro di un amministratore ( e specialmente in gruppi come questo ) è quello di fare in modo che le Fake news non permettano di ferire l'individuo.

Ora ho bloccato i commenti e pubblicato di fermarsi con i post privati, se continuano, ti seri grato di segnalarmi i nomi di chi ti ha scritto ( e se vuoi, cosa ).

Mi riservo di approfondire e dare a Cesare quel che è di Cesare ...

Non condivido "condanne" senza nemmeno interpellare " l'accusato".

Buona giornata, e vedi di non farti avvelenare il sangue che non ne abbiamo bisogno.

 

Rosa Rosellina

sto piangendo per queste offese ed ingiurie e ti assicuro che fanno davvero molto male.

Non sono brava a gestire la pagina ed infatti sto cercando aiuto fra  i miei amici affinché mi aiutino in questo momento a gestire anche questo dolore  sto cercando di capire cosa sia successo.

Ho comunque eliminato anche la pagina, spero che le persone del vostro gruppo si  ritengano ripagate del danno subìto.

L'eventuale furto di un post ritengo sia stato abbondantemente ripagato da tutte le parole offensive che sono state scritte nelle recensioni.

 

Valentino

... Ma non si tratta, a mio avviso, di un "peccato mortale" nel senso che quando si pubblica in rete è abbasstanza assurdo pretendere la riservatezza.

E meno ancora mi piace, a priori, la condanna sommaria delle persone.

Cosa devo dirti, grazie per aver rimosso la pagine, e scusa per gli insulti delle persone iscritte al gruppo. 

 

Rosa Rosellina

Ho rimosso la mia pagina che avevo creato col SOLO intento di chiedere aiuto e conforto e aiutare chi come me sta percorrendo questo destino.

Spero che le donne del tuo gruppo possano adesso ritenersi appagate.

Ringraziale per me, oggi ho scoperto che ci sono cose peggiori di un cancro

Intanto continuano a scrivermi in privato ed ad insultarmi

Devo cancellare anche il mio profilo?

Cos'altro vogliono?

 

Valentino

Ma no !  Non cancellarti ....

Chi ti scrive ancora ?

Io credo di avere dato disposizioni, non mi va bene nemmeno chi insiste nonostante tutto !

 

Rosa Rosellina

Sto ricevendo telefonate da tutte le persone iscritte alla mia pagina

Tutti vogliono capire cosa sta succedendo.

Io non so che fare, mi suggeriscono di rivolgermi alla polizia postale ma io non ho il tempo e la volontà di fare questo.

Adesso vado in ospedale

Credo che qua ho già dedicato troppo tempo.

Ciao e grazie per il tuo aiuto.

Sei una cara persona.