E' andato tutto bene, anche a voi ?

4 generazioni

Dalla più "grande", Costantina, alla più piccola, Anna

Sara, Arianna, Milli

le "mie" amate Donne

A Voi come è andata ?

A voi come è andata ?

CON I MIEI FRATELLI

Manca Chiara che non era ancora nata

A+ R A-

La patente di guida

 

18 Nov2019 patente guida speciale ictus

Poter ritornare alla guida dopo un ictus è il sogno di molti che vedono inesorabilmente mutare la propria autonomia, rimettersi alla guida è importante per riconquistare pezzo dopo pezzo la propria identità e dignità per questo riteniamo importante fare chiarezza sulle procedure da seguire e i costi da sostenere.

La BS (patente speciale di categoria B) possono conseguirla le persone invalide dalla nascita e coloro che sono divenuti invalidi a seguito di incidenti, operazioni e malattie.

Per quanto concerne Il titolare di patente B normale che diviene invalido e perde i requisiti psicofisici necessari alla guida è La Asl, l’ospedale o il medico curante a dare (o meglio dovrebbero) comunicazione alla Motorizzazione che provvede quindi a comunicare al soggetto in questione il provvedimento di revisione della patente per perdita dei requisiti psicofisici e a specificare con questa comunicazione che fino a tale revisione non si può guidare.

Il provvedimento viene inserito al CED della Motorizzazione.

A questo punto la persona prenota la visita medica in Commissione Medica Locale (CML), la commissione medica decide se può conseguire la BS e descrive l’invalidità che sarà riportata sulla patente sotto forma di codice.

A Seconda dell’invalidità viene rilasciata la BS a seguito di esame di guida oppure solo a seguito di visita medica.

Esempio:

Una persona rimasta invalida alla gamba destra, dovrà rifare gli esami di guida con veicolo opportunamente adattato (acceleratore a cerchiello sul volante e cambio automatico);
Diversamente una persona rimasta invalida alla gamba sinistra non dovrà fare nessun esame di guida ma gli verrà revocata direttamente la B e rilasciata la BS con l’adattamento (veicolo con cambio automatico). In questo caso trattasi di riclassificazione.
La decisione parte sempre dal parere della CML.
Al rilascio della BS (sia per esame che per visita) la vecchia patente viene revocata.

Se al ricevimento del provvedimento di revisione non ci si prenota la visita entro circa 30 giorni la patente viene revocata.

La revoca è disposta dalla Motorizzazione (a Roma è la Motorizzazione di via Laurentina) che invia ai carabinieri/polizia di zona la comunicazione, le forze dell’ordine chiameranno il soggetto per ritirargli la patente.

Il ritiro può avvenire anche su strada nel caso si trovi il soggetto alla guida dato gli aggiornamenti di stato della patente al CED.
Sulla patente speciale ci sono diverse limitazioni, tutte contrassegnate dai codici stampate su di essa, non mi risultano però esserci limitazioni di velocità diverse dai normali limiti. Le limitazioni ovviamente riguardano l’invalidità e vengono decise sempre dalla CML.
L’eventuale esame deve essere svolto con veicolo opportunamente adattato, e il soggetto in questione potrà guidare solo veicoli con tali adattamenti, pena la sospensione della patente.
Non è facile dire quanto costa adattare un veicolo, dipende da quali adattamenti necessita; ad esempio un invalido alle gambe deve avere una macchina con cambio automatico da adattare con acceleratore a cerchiello e freno a leva ( può costare fino a 2500€), se invece non serve l’acceleratore al volante ma solo il freno a leva il costo scende di parecchio.
La durata della patente speciale viene decisa sempre dalla CML e sempre a seconda della patologia. se trattasi di amputazione ad esempio può avere durata anche di 5 anni, se trattasi di patologie che possono peggiorare nel tempo si può richiedere la visita anche ogni anno.

 

Per il conseguimento, la revisione o la conferma di validità della patente di guida  occorre che il richiedente, all'accertamento sanitario praticato con i comuni esami clinici e con gli accertamenti specialistici ritenuti necessari, non risulti affetto da malattia fisica o psichica, deficienza organica o minorazione psichica, anatomica o funzionale, tale da impedire di condurre con sicurezza i tipi di veicoli alla guida dei quali la patente abilita.

Le malattie che escludono la possibilità di rilascio delle patenti A, B e superiori sono le seguenti:
 
•  affezioni cardiovascolari - Le malattie cardiovascolari (malattie ischemiche del cuore, come l'infarto acuto del miocardio e l'angina pectoris, e le malattie cerebrovascolari, come l'ictus ischemico ed emorragico)
diabete mellito
malattie endocrine
•  malattie del sistema nervoso (encefalite, sclerosi multipla, miastenia grave, epilessia, ecc.)

Io sono affetto da sclerosi multipla

malattie psichiche

sostanze psicoattive
La patente di guida non deve essere rilasciata o confermata ai candidati o conducenti che si trovino in stato di dipendenza attuale da alcool, stupefacenti o sostanze psicotrope né a persone che comunque consumino abitualmente sostanze capaci di compromettere la loro idoneità a guidare senza pericoli
malattie del sangue
malattie dell'apparato urogenitale


Di recente, con la direttiva 2009/112/CE è stato modificato l'allegato III della direttiva 91/439/CE relativo ai requisiti psicofisici; più in particolare, sono state aggiornate le specifiche relative alla vista, al diabete mellito e all'epilessia.

Io oggi aono stto all'ufficio dwll'ULSS dll Commisionw pe il rinnoo della patente e mi hanno confermato chw dino alla scadenza dl rinnovo, al 25 MRZO, 2022, posso sontinuarew a gudare tranquillamwntw in quanro la mia patwntw non è stata segnalata come quella attribuita ad un soggtto pericoloso se alla guida; svista, negligenza o burocrazia

 ??

 

REQUISITI FISICI RICHIESTI

 

Vista

Udito

Arti

Reazioni

A, A1, A2, AM, B, B1 e BE

Acutezza visiva non inferiore ai 10/10 complessivi con non meno di 2/10 per l'occhio che vede di meno, anche raggiungibile con correzione di lenti, con differenza tra due lenti non superiore a 3 diottrie

Occorre percepire da ciascun orecchio la voce di conversazione a non meno di 2 metri di distanza (anche con protesi)

No alterazioni anatomiche o funzionali invalidanti (non ci possono essere protesi)

-

C, CE, C1, C1E, D, DE, D1 e D1E

Acutezza visiva pari ad almeno 14/10 complessivi con non meno di 5/10 nell'occhio che vede di meno, anche raggiungibile con correzione di lenti, purché la differenza tra le due lenti non sia superiore a 3 diottrie, e l'acutezza visiva non corretta sia almeno pari a 1/10 per ciascun occhio

Occorre percepire da ciascun orecchio la voce di conversazione a non meno di 8 metri di distanza (senza protesi)

No alterazioni anatomiche o funzionali invalidanti (non ci possono essere protesi)

Tempi di reazione a stimoli semplici e complessi, luminosi ed acustici, sufficientemente rapidi e regolari per poter essere classificati almeno nel quarto decile della scala decilica di classificazione

 A questo punto una pesona deve trovare come muoversi nel rispetto delle legge:

Art. 47.

Classificazione dei veicoli

1. I veicoli si classificano, ai fini del presente codice, come segue:

a) veicoli a braccia; 
b) veicoli a trazione animale; 
c) velocipedi; 
d) slitte; 
e) ciclomotori; 
f) motoveicoli; 
g) autoveicoli; 
h) filoveicoli; 
i)  rimorchi; 
l) macchine agricole; 
m) macchine operatrici; 
n) veicoli con caratteristiche atipiche.

2. I veicoli a motore e i loro rimorchi di cui al comma 1, lettere e), f), g), h), i) e n) sono altresì classificati come segue in base alle categorie internazionali:

A)
- categoria L1e: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) non supera i 50 cc e la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h;
- categoria L2e: veicoli a tre ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) non supera i 50 cc e la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h;
- categoria L3e: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h;
- categoria L4e: veicoli a tre ruote asimmetriche rispetto all'asse longitudinale mediano, la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h (motocicli con carrozzetta laterale);
- categoria L5e: veicoli a tre ruote simmetriche rispetto all'asse longitudinale mediano, la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h;
- categoria L6e: quadricicli leggeri, la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 350 kg, esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, la cui velocità massima per costruzione è inferiore o uguale a 45 km/h e la cui cilindrata del motore è inferiore o pari a 50 cm³ per i motori ad accensione comandata; o la cui potenza massima netta è inferiore o uguale a 4 kW per gli altri motori, a combustione interna; o la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici. Tali veicoli sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai ciclomotori a tre ruote della categoria L2e, salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie;
- categoria L7e: i quadricicli, diversi da quelli di cui alla categoria L6e, la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 400 kg (550 kg per i veicoli destinati al trasporto di merci), esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, e la cui potenza massima netta del motore è inferiore o uguale a 15 kW. Tali veicoli sono considerati come tricicli e sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai tricicli della categoria L5e salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie;
B)
- categoria M: veicoli a motore destinati al trasporto di persone ed aventi almeno quattro ruote;
- categoria M1: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente;
- categoria M2: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima non superiore a 5 t;
- categoria M3: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima superiore a 5 t;
C)
- categoria N: veicoli a motore destinati al trasporto di merci, aventi almeno quattro ruote;
- categoria N1: veicoli destinati al trasporto di merci aventi massa massima non superiore a 3,5 t;
- categoria N2: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 3,5 t ma non superiore a 12 t;
- categoria N3: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 12 t;
D)
- categoria O: rimorchi (compresi i semirimorchi);
- categoria O1: rimorchi con massa massima non superiore a 0,75 t;
categoria O2: rimorchi con massa massima superiore a 0,75 t ma non superiore a 3,5 t;
- categoria O3: rimorchi con massa massima superiore a 3,5 t ma non superiore a 10 t;
- categoria O4: rimorchi con massa massima superiore a 10 t

 

Commenti offerti da CComment

Search