E' andato tutto bene, anche a voi ?

4 generazioni

Dalla più "grande", Costantina, alla più piccola, Anna

Sara, Arianna, Milli

le "mie" amate Donne

A Voi come è andata ?

A voi come è andata ?

CON I MIEI FRATELLI

Manca Chiara che non era ancora nata

A+ R A-

Prendere una tazzina di caffè

 

Che emozione oggi pomeriggio, è dal26/12/2019 , cioè da quando ho avuto l'ictus che ho difficoltà ad usare la mia mano sinistra. Già altre volte mi era capitato ma accadeva  talmente in fretta che non ero mai riuscito a capire cosa succedeva in una frazione di secondo.  Mi sono "messo su" un caffè, sulla macchintta con le capsule. Avevo posizionato senza poblemi, con la sinistra la tazzina al posto previsto e quindi avviato la macchina con al destra restando con la sinistra ferma vicino alla tazzina, pronto a rimuoverla appena ponto il caffé. Mi sono reso onro che non avevo il controllo della mano sinistra, la percepivo certamente attaccata al mio corpo, ma non controlata dal cervello, si muoveva a piccolisimi scatti, talmente piccoli e brevi da non riuscire a rovesciare la tazzina per quanto in condizione precaria fosse stata posizonata. Allora, cosa faccio ? Se "tento" di ritrrarre la mano certamente rovescio la tazzina, se la lascio li, rishchio che improvvisamente abbia uno scatto e quindi rovescio ugualmente tutto, mentre penso, la macchinetta coninua ad erogare e la mia ansia sale, cosa faccio ? Non riesco a fare un movimento volontario. La mano sinistra é li, ferma, ancora ferma, sembra, ma per poco, o mi dscidevo o finivo per fare un pasticcio sporcando di caffè dappertutto. Devo uscire da questa empasse. Mi chiedo se andare a recuperare la mano sinistra con la destra ma ho la sensazione che non farò in tempo. Bloccato li, come uno scemo, chiamare non poso che sono praticemente muto e poi, mi sentirei davvero ridicolo. D' istinto, e forse on un po' di rabbia, mi dò una sberla in testa con la destra, quasi a volermi svegliare, il tipico pizzicotto per accorgersi "che è un sogno" la cosa riesce proprio a svegliarmi, un momento di grande sollievo: non ho roveciato nulla. Adesso voglio sfidarmi. Ero "uscito" dall'incubo di sue secondi e quindi ho preso la tazzina con la sinistra, quaai a sfidare me stesso, e sono andato a bermelo in terrazzino

Commenti offerti da CComment

Search