Due drammi e due puni di vista

 Chi vive il dramma si un ictus cerebrale  (io) , si vede crollare il mondo ddosso: perdere la capacità di ragiorare, di riflettere, di concentrarsi, di riprendere un vita "normale" e per normale intendo anche potersi alzare di notte pe bere un bicchier d'acqua o andare fino in  bagno; quai sistematicamente finivo per cadere a terra facendo fare un sato nel letto a MIlli, mia moglie. E non stavo bene per cui tentavo di alzarmi anche 4 o 5 volte a notte. Poi la mattina lei era nervosa ed arrabbiata ed io "non omprendevo" continuavo a ripetere che doveva iparare a continuare a dormire, cosa impossibile, a rifletterci a  freddo: non è che se cadevo mi accascavo dolcemente al suolo, cadevo irrigidito su qualsiasi mobile o oggetto dell stanza col rischio di dover finire ogni volta sl Pronro Socorso non per l'istus o il TIA ma per una possibile frattura o abrasione o trauma.  Direi ch una patologia così devastante rischia di mettere in crisi anche un raporto ben consolidato come il nostro. Io pensavo a quando avrei potuto riprendere a guidare mentre lei viveva il dramma di controllarmi giorno e notte e prevenire cadute, preparare le mdicine, verificare che le prendessi e seguirmi anche in bagno, cosa xhw io, per contro detestavo mai un momwnto di privacy.Stessa cosa peer la doccia, semre presente nonostante vesimo messo le mniglie pe tenermi in caso di cedimento delle gambe, m lei sosteneva he non avevo più l peontezza di riflessi per tenermi appeso con la mano destra viso che l'emiparwsi riguardava l'inteero lato sinistro del corpo. sembrava una guerra continua tr chi non ammetteva il dedicit (io) e chi ne sottolineava ogni evidenza (lLei) Riuscivamo appena a parlarci, poco perhé ogni occsione era buona pe farci dinire in contrasto. In più, come non bastssw, dopo la corsa in opedale del 3 Febbraio, emerse il peroblema del covid 19 che ci costrinse in casa dalla mattina alla sera, noi come tutti in Italia. I problemai gravi erno tre: uno che io non volevo accettare il mio handicap e l'altro ch lei voleva applicare tutti i perotocolli previsti, e, per via di essere stati abbandonati dalle strutture mediche e assistenzziali e riabilitative totalmente a noi stessi, regnava una enorme incertezza su un programma futuro. Inoltre, come si legge nelle pagine seguenti, non si parla mai si un solo cargiver ma di famiglia che deve suportare ed in questa direione nessuno dell mia famiglia si è assunto alcuna responsabilità, delegano a lei tutte le decisioni, un solo esempio: io ho ripreso la macchina per ucire, lei non era molto d'accordo ma io ai miei familiari ho detto che lei era al corrente e è inteso "si è assunta la responsabilità".

Commenti offerti da CComment

 

Blue Flower