A+ R A-

Svuotamento laterocervicale desto

Svuotamento laterocervicale desto incisione rettilinea lungo lo scm (Sternocleidomastoideo) destro. Si fascia 8l muscolo Sternocleidomastoideo  e dopo identificazione e preservazione del nero spinale dell’asse neuro vascolare del collo, della sottomandibolare e dell’ipoglosso, si procede a svuotamento in monoblocco dei livelli II-V  neuerovascolare della loggia pre epilottica con lifting in basso contenuto. Tirotomia e lringecomi sovraglottica orizzontale da inistra verso destra mediante rotazione  della porzione in resezione ( lo scudo tiroideo destro è pressoché mancante in toto per esiti di pregressa chirurgia) Dopo l’asportazionw delle porzione laringea, si apprezza infiltrazione delle restante laringe destra con fibrotici . Infiltrazione neoplasica ? Si decide di convertire l’intervento in laringecromia subotle tipo TIP Il chirurgo con questi interventi stravolge completamente l’anatomia e la fisiologia della laringe, dopo l’intervento la neolaringe effettua dei movimenti completamente diversi rispetto alla situazione normale ma riesce a proteggere in maniera efficace le vie aeree dal cibo, permette un passaggio normale dell’aria ed è in grado di produrre una buona voce.

Esistono numerose varianti tecniche di questa chirurgia che vengono chiamate con il nome del chirurgo che l’ha ideata o divulgata nella storia Questa chirurgia è accomunata dalla preservazione di almeno un’unità cricoaritenoidea ossia di una metà del castone della cricoide e della corrispondente aritenoide.

Laringectomia secondo Mayer-Piquet (HOLS tipo IIa): viene asportato tutto lo scudo tiroideo, si rimuovono entrambe le corde vocali e si asporta la porzione sottoioidea dell’epiglottide (si può anche asportare un’aritenoide), successivamente si effettua una sutura (pessia) che unisce la cricoide all’osso ioide e all’epiglottide sovraioidea (cricoioidoepiglotopessia).

Laringectomia secondo Labayle (HOLS tipo IIb): viene asportato tutto lo scudo tiroideo, si rimuovono entrambe le corde vocali e si asporta tutta l’epiglottide (si può anche asportare un’aritenoide), successivamente si effettua una sutura (pessia) che unisce la cricoide all’osso ioide (cricoioideoepiglottopessia).

Questo tipi di interventi è indicato per tumori anche di grosse dimensioni purché non coinvolgano alcune aree critiche, lo specialista esperto è in grado di porre correttamente l’indicazione a questo tipo di chirurgia.

Da quello che ho potuto capir io poi, in sostanza, un intervento demolitivo

Commenti offerti da CComment

Search