L'anosimia da laringectomia

Dopo la laringectomia totale diminuiranno anche il senso dell’olfatto e del gusto. Ciò avviene perchè il naso ospita le cellule deputate a sentire gli odori, ma l’aria, per quanto prima esposto, non passa più attraverso di esso. Inoltre queste cellule giocano un ruolo importantissimo anche per la percezione dei gusti.

Anosimia, i rischi

’anosmia è la perdita completa dell’olfatto. L’iposmia è la perdita parziale dell’olfatto. La maggior parte delle persone con anosmia può gustare le sostanze salate, dolci, acide e amare, ma non riesce a differenziare i sapori specifici. La capacità di distinguere i sapori in realtà dipende dall’olfatto, non dai recettori gustativi sulla lingua. Pertanto, chi è affetto da anosmia spesso lamenta di aver perso il senso del gusto e di non godersi i cibi.

Una perdita dei recettori olfattivi dovuta all’invecchiamento causa una ridotta capacità olfattiva nei soggetti anziani. I soggetti in genere si accorgono dei cambiamenti dell’olfatto intorno ai 60 anni. Dopo i 70 anni, i cambiamenti sono sostanziali.

Porre particolare attenzione all'inalazione di sostanze particolarmente volatili e tossiche come benzina, acqua ragia, ammoniaca, candeggina, sgrassatori ed anticalcare