Mari Tessuto cantava, nel '69

Classe seconda B
Il nostro amore è cominciato lì
Lisa dagli occhi blu
Senza le trecce non sei più tu

Era anche la mia sezione. Un giorno accompagnai una compagna di classe alla fermata dell'autobus per andare a casa; le raccontai di quanto mi ero innamorato di Rossella e di quanto ci ero rimasto male per i suoi rifiuti. Lei mi ascoltò con attenzione ma non disse molto, anzi, restò proprio muta finché l porte dell'autobus non si chiusero tra noi. Tornai a casa e raccontai tutto  a mio fratello che mi sorrideva curiosamente. Alle fine, mi  disse "ma sei duro", non hai capito che lei è innamorata di te " ? Io non credevo proprio anzi, non pensavo nemmeno che una ragazza potesse innamorarsi di uno come me. Allora mio fratello, per convincermi mi propose: " Chiamala, e dille che oggi vieni  Jesolo, in spiaggia, con me   Michela, e chiedile se vuole venire anche lei " Fu un "si "immediato  la trovammo già pronta, fuori di casa sua, in strada verso Jesolo che ci aspettava. Una volta arrivati, cominciammo  camminare lungo il bagnasciuga, parlando, tra le altre cose, del mio intento di svincolarmi dalla soggezione emotiva che avevo per Rossella  che ero stufo di questo tram-tram inconcludente e che avrei voluto puntare ad un ottino risultato in uscita dal liceo, con un voto, alla maturità, di tutto rispetto ma per questo avrei avuto bisogno di maggiore stabilità. Inizialmente lei sembrava ( a ragione) molto perplessa: come potevo la mattina parlarle in un modo e il pomeriggio in tutt'altro ? Mi ci volle tutta la mia "arte dialettica " ma ne uscimmo , a sera, da coppia, pronti anche  presentarci pubblicamente. Il mio desiderio si confidare a lei le mie interiorità e la sua di aprirsi con me, ci fece capire che potevamo es sere l'una integrazione dell'altro.  E nel 1972 andammo in gita scolastica ad Arezzo insieme a tutta la classe ma tenuti sotto particolare osservazione in quanto fidanzati. Litigammo pure  l professoressa i disegno che ci accompagnava cercò di fare da paciere. Io intanto diventavo sempre più "cantante- chitarrista "e questo  lei che si riteneva stonata, piaceva veramente moltissimo,  tanto che un giorno accettò persino di cantare on me a due voci il che esprimeva il massimo della confidenza che potevo pretendere.

Chiudi Form

Cosa ne pensi ??

INVIA UN TUO COMMENTO


Login Form

PRIMA