02 - alleviare lo stress sia per il paziente sia per chi se ne prende cura

Affronta i problemi di comunicazione.

La maggior parte dei sopravvissuti a un ictus ha difficoltà in questo senso, almeno temporaneamente. La gravità dell'apoplessia determina il grado di invalidità. Alcuni pazienti non riescono a esprimersi correttamente, mentre altri hanno problemi di comprensione ma non lo vogliono accettare e diventno quindi ner4oi e prino aggressivi. A causa della paralisi, alcuni non riescono a pronunciare bene le parole, anche se dal punto di vista cognitivo non hanno alcun problema. È importante aiutare il tuo caro ad affrontare le difficoltà di comunicazione.
Prima di presumere che sia un disturbo del linguaggio, assicurati che il tuo caro non abbia difficoltà uditive. Anche queste possono causare problemi di comunicazione e spesso sono risolvibili con l'utilizzo di un apparecchio acustico.
Informati sui diversi problemi di comunicazione. Per esempio, riconosci se il tuo caro è affetto da afasia (può pensare chiaramente, ma ha difficoltà a esprimersi o a comprendere il linguaggio) o aprassia (ha difficoltà a unire correttamente i suoni)
Serviti di parole brevi e stratagemmi di comunicazione non verbale, come fare gesti con le mani, annuire o negare con la testa, indicare con un dito o mostrare oggetti. Non dovresti porgli troppe domande alla volta, inoltre lasciagli abbastanza tempo per rispondere. In questo caso, è valida qualsiasi forma di comunicazione
Per comunicare, è possibile usare strumenti visuali, come tabelle, tavole dell'alfabeto, mezzi elettronici, oggetti e immagini. Aiuteranno il tuo caro a combattere la frustrazione di non riuscire a comunicare efficacemente.
Determina una routine per farlo sentire a proprio agio. Acquisire abitudini quotidiane può rendere meno frustranti incapacità come quelle comunicative. Se il tuo caro sa che cosa farà nel corso della giornata, si preparerà a tali attività e la sua famiglia sarà pronta a soddisfare le sue esigenze. Ciò può alleviare lo stress sia per il paziente sia per chi se ne prende cura.

Commenti offerti da CComment