A+ R A-

AitaMari

L'Aita Mari con 43 migranti a bordo chiede un porto sicuro: "il mare peggiora" Ieri la nave umanitaria aveva ricevuto dalle autorità maltesi l'autorizzazione a procedere con il salvataggio di un gommone alla deriva da 4 giorni - 

14 APRILE 2020 "Malta ci nega un porto sicuro" scrive su Twitter la nave umanitaria Aita Mari con 43 migranti a bordo. Ieri l'imbarcazione della ONG basca Salvamento Marítimo Humanitario aveva ottenuto dalle autorità maltesi l'autorizzazione a procedere con il soccorso di un gommone alla deriva da 4 giorni. La nave era in transito verso Bilbao con equipaggio ridotto: "L'equipaggio minimo dell'Aita Mari si sta prendendo cura delle 43 persone salvate nel miglior modo possibile" fanno sapere dalla nave. Ma le condizioni meteo sul Mediterraneo sono peggiorate, come mostrato in un video: "Così è oggi il Mediterraneo. Fortunatamente li abbiamo a bordo. Malta ci nega un porto sicuro o il coordinamento POS, chiediamo un porto sicuro!". - 

Nessuna notizia neanche del barcone con 55 migranti a bordo di cui si sono perse le tracce l'altro ieri. Lo fa sapere Alarm Phone, che aveva lanciato l'allarme. Le condizioni meteo, aggiunge il servizio telefonico, "sono terribili e la nostra speranza che siano ancora vivi sta diminuendo". -

Search