Stampa
Categoria principale: ONG
Categoria: ROTTA BALCANICA
Visite: 190

https://www.wfp.org/news/covid-19-will-double-number-people-facing-food-crises-unless-swift-action-taken?utm_source=dailybrief&utm_medium=email&utm_campaign=DailyBrief2020Apr22&utm_term=DailyNewsBrief

21 aprile 2020
COVID-19 raddoppierà il numero di persone che devono affrontare crisi alimentari a meno che non vengano intraprese azioni rapide
La pandemia di COVID-19 potrebbe quasi raddoppiare il numero di persone che soffrono la fame acuta, spingendolo a oltre un quarto di miliardo entro la fine del 2020, il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (WFP) ha avvertito oggi come lui e altri partner ha pubblicato un nuovo rapporto sulle crisi alimentari in tutto il mondo.
Il numero di persone che si trovano ad affrontare un'insicurezza alimentare acuta (IPC / CH 3 o peggio) è destinato a salire a 265 milioni nel 2020, in aumento di 130 milioni dai 135 milioni del 2019, a seguito dell'impatto economico di COVID-19, secondo una proiezione del WFP. La stima è stata annunciata insieme al rilascio del Rapporto globale sulle crisi alimentari, prodotto dal WFP e da altri 15 partner umanitari e di sviluppo.

In questo contesto, è essenziale mantenere il programma di assistenza alimentare, compresi i programmi del WFP che offrono un'ancora di salvezza a quasi 100 milioni di persone vulnerabili a livello globale.
La maggior parte delle persone che soffrono di acuta insicurezza alimentare nel 2019 erano in paesi colpiti da conflitti (77 milioni), cambiamenti climatici (34 milioni) e crisi economiche (24 milioni di persone). (fonte: Rapporto globale sulle crisi alimentari).
10 paesi hanno costituito le peggiori crisi alimentari nel 2019: Yemen, Repubblica Democratica del Congo, Afghanistan, Venezuela (Repubblica Bolivariana del), Etiopia, Sud Sudan, Siria, Sudan, Nigeria e Haiti. (fonte: Rapporto globale sulle crisi alimentari).
Il Sud Sudan aveva il 61% della sua popolazione in uno stato di crisi alimentare (o peggio) nel 2019. Sei altri paesi avevano anche almeno il 35% della popolazione in uno stato di crisi alimentare: Sudan, Yemen, Repubblica Centrafricana, Zimbabwe, Afghanistan, Repubblica araba siriana e Haiti. (fonte: Rapporto globale sulle crisi alimentari).
Questi dieci paesi rappresentavano il 66 percento della popolazione totale in crisi o peggio (IPC / CH Fase 3 o superiore) o 88 milioni di persone. (fonte: Rapporto globale sulle crisi alimentari).
2020 - Rapporto globale sulle crisi alimentari
Tipo di pubblicazione: Rapporti
Temi: Analisi della sicurezza alimentare (VAM)
https://docs.wfp.org/api/documents/WFP-0000114546/download/
L'edizione 2020 del Rapporto globale sulle crisi alimentari descrive le dimensioni della fame acuta nel mondo. Fornisce un'analisi dei fattori che stanno contribuendo alle crisi alimentari in tutto il mondo ed esamina in che modo la pandemia COVID-19 potrebbe contribuire alla loro perpetuazione o deterioramento. Il rapporto è prodotto dalla Rete globale contro le crisi alimentari, un'alleanza internazionale che lavora per affrontare le cause profonde della fame estrema.
Scarica "Rapporto globale sulle crisi alimentari 2020"
PDF | 7.09 MB https://docs.wfp.org/api/documents/WFP-0000114546/download/?_ga=2.139279354.871390124.1587562048-1524692989.1587562048


_____________________________________
PHOTO RELEASE TERMS
World Food Programme photographs are copyrighted. In accordance with international copyright
laws and the Convention on the Rights of the Child, reproduction of any WFP image implies
agreement to these terms:
Images without a signed release form may not be used in commercial contexts, including in cobranding
partnerships with commercial companies.
Content may not be changed by digital or any other means, except regular cropping and colour
management. No modification of the image content is allowed.
The use of WFP photos must respect the real situation and identity of all human subjects depicted.
Use must comply with special protection provisions if the image subject is at risk of harm or
discrimination.
All images must be credited as follows: Photo: WFP/Name and Surname of the photographer
unless differently instructed by WFP.
WFP images are not available for personal use.
Images may not be archived in any format by any non-WFP entity or individual, including WFP
consultants. Recipient agrees to delete all images from all electronic storage devices upon
completion of authorized reproduction placement.
We reserve the right to withhold distribution and/or permission to reproduce WFP photographic
material should the intended use be considered inappropriate.
THANK YOU FOR USING WFP PHOTOGRAPHS APPROPRIATELY.
For further information, please contact
Mr Rein Skullerud
Head, WFP Photography Unit
Communications, Advocacy & Marketing
World Food Programme
Via Cesare Giulio Viola 68/70
00148 – Rome - Italy
email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Commenti offerti da CComment