Quando una argomento diventa trito e ritrito, le opinioni si sono talmente espresse, divulgate, combattute e la confusione generale è al massimo livello, sia sul piano politico che mediatico, se ne esce qualcuno e si veste da "nuovo profeta" ed afferma:

"Facciamo chiarezza "ma, mentre lo dice, qualcuno d'altro , di posizioni ovviamente diametralmente opposte, afferma la stessa cosa e cioè facciamo la mia chiarezza  

Quando nel titolo di un articolo di un giornale, di un sito, o di un blog leggi “facciamo chiarezza” o “spiegato bene“, non prendere nulla come certezza.

Tieni sempre bene a mente che le cose che leggerai in quell’articolo saranno frutto di idee personali dell’autore, o delle tendenze che segue quel giornale, sito o blog.



Escludendo le agenzie di stampa e poche rare eccezioni, i media non espongono con neutralità i fatti che raccontano, perché questi sono condizionati dalle ideologie dell’autore e dalle ideologie di quel media.

Per avvalorare le loro tesi aggiungono riferimenti a sostegno: “più Paesi hanno già legiferato“, “siamo uno dei pochi Paesi a non aver legiferato“, “sono solo gli ultra-mega-conservatori che ostacolano“, ecc. ecc.

Non è così. Tutto è sempre più complesso di quanto, questi media, vogliono far credere. Non è detto che se 99 paesi su 100 hanno legiferato qualcosa allora sono nel giusto, e nel torto è l’unico che non lo ha fatto.

Non è una certezza assoluta che la maggioranza abbia ragione.

Punto posto al termine di una frase mi pare una affermazione che indica "tutto ciò che ho affermato sinora è oggettivo, d'ora in poi si potrebbe cominciare a discutere ma molto spesso è proprio prima del punto che i dovrebbe aprire l vera discussione.

Aprire un tavolo e vai con tavoli ma le sedie ?

Inaccettabile e allora, cosa si deve fare ? Che non è possibile accettare: condizionipattiproposte inaccettabili. e siamo d'accordo, ma necessita proporre patti, proposte, condizioni diverse, in se ed in assoluto non significa nulla

Soprattutto e anche mi sembrano due affermazioni in contrasto tra loro, o è soprattutto oppure anche cioè tutto. Io ricordo uno scambio abbastanza duro col Direttore di Produzione il quale mi chiamava, quando era coinvolto con Clienti e mi diceva "Valentino, prima cosa, appena rientriamo, si occupa del problema XX" , poco dopo, con altro cliente "!Valentino, prima cosa, appena rientriamo, si occupa del problema YY" ed avanti per un giornata avevo accumulato almeno quindici progetti da fare come prima cosa. ad un certo punto, stufo, intervenni e dissi, per me c'è una prima cosa, una seconda, una terza e così via non si può continuare ad mentire con "prima cosa" per tutti. Li si accontenta ma gli si mente e poi piovono figuracce. Un po' di coerenza, no ?

Siccome quando nei talk prendi la parola, non l molli mai e ti fi parlare sopra ma vai avanti, usa la frase magica "e concludo" e da quel momento puoi andare avanti almeno altrettanto

Bisogna mettere a terra.. la "messa a terra che conosco io è quella elettrica

L'espressione "pancia a terra

L'espressione "pancia a terra" è nata in riferimento ai cavalli, l'immagine che evoca è infatti quella dei cavalli che galoppano così veloci tanto da far sembrare che il loro ventre sfiori la terra. Ecco anche che il termine di originale è proprio "ventre" e non "pancia", parola che ha cominciato a venir usata in associazione ad un'immagine differente.

Poi, quando uno vuole formulare dei concetti "asoluti" ma di cosa stiamo parlando"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Siamo la Categoria più colpita e questo riguarda almeno un centinaio di categorie: Ristoratori, Calciatori, Sciatori, Operatori dello spettacolo, Medici, Infermieri

Chiudi Form

Cosa ne pensi ??

INVIA UN TUO COMMENTO


Login Form

PRIMA