Aquileia, manovale egiziano cade dal tetto e muore sul colpo
La vittima, 32 anni, è caduta da un'altezza di sette metri mentre lavorava in un cantiere
Credits © RaiUn'ambulanza del pronto soccorso
Un'ambulanza del pronto soccorso
Infortunio mortale sul lavoro nel pomeriggio della vigilia di Pasqua in un cantiere di Aquileia. Un manovale di 32 anni di origini egiziane, Mohamed Munged Hussein, è caduto mentre stava lavurando su un tetto in eternit di una casa in ristrutturazione. L'ipotesi, ancora da verificare, è che la copertura abbia ceduto, facendolo cadere da un'altezza di 7 metri.

L'uomo, che risulta residente a Milano, è morto sul colpo. Sono stati i colleghi di lavoro a dare l'allarme; il personale sanitario ha provato a praticare la rianimazione, ma senza esito. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti anche i vigili del fuoco e i carabinieri. Ulteriori accertamenti saranno effettuati sul rispetto delle misure di sicurezza.

Se parliamo di un edificio residenziale, in Italia l'altezza utile interna minima dei locali sono 2,70 m. A questa misura aggiungi uno spessore di solaio di almeno 35 cm totale 3,05 m per ogni piano. 3,05 X 4 piani = 12,20. se ti butti dal quarto piano farai un volo di più di 12 metri. 3.05 per 2 =6.10 evidentemente l'incastellatura eccedeva seppur di poco, il secondo piano

Chiudi Form

Cosa ne pensi ??

INVIA UN TUO COMMENTO


Login Form

PRIMA