E' andato tutto bene, anche a voi ?

4 generazioni

Dalla più "grande", Costantina, alla più piccola, Anna

Sara, Arianna, Milli

le "mie" amate Donne

A Voi come è andata ?

A voi come è andata ?

CON I MIEI FRATELLI

Manca Chiara che non era ancora nata

A+ R A-

39 - Intervento su un uomo solo

Intervento su un uomo solo

Sento, mentre sto aspettando di essere medicato che è entrato dal pronto soccorso un uomo, che deve essere operato, non so per cosa, ma sento i Medici quasi stizziti quando viene loro riferito che si tratta di una persona che vive sola, che non ha familiari  e che l’unico supporto potrà essere quello dei servizi sociali.

Mi soffermo a pensare ed a chiedermi  perché di  tanta irritazione, forse si tratta di un intervento pesante e lungo come il mio per cui la degenza sarà lunga e tutta “a carico” del personale di reparto?

Forse avere ammalati abbienti, o in grado di avere assistenza autonomamente tramite i familiari, crea meno scompensi che avere li “uno” che al massimo può contare sui Servizi Sociali.

E poi non ho proprio capito la frase “girano, girano e poi arrivano tutti qui” .

Ma si può pensare anche alla Persona?

E’ un uomo solo e già questo gli è un enorme handicap emotivo: se avrà bisogno di qualsiasi cosa non potrà contare né  sull’aiuto  del personale, né sul caldo aiuto di un familiare.

I Servizi Sociali potranno dedicargli un po' di tempo, non certo un'assistenza a a tempo pieno.

Un cambio di biancheria ed un asciugamano pulito saranno un regalo di qualcuno o userà un lenzuolo ed una federa adattati allo scopo?

Una mano che  gli rada la faccia, che lo aiuti a lavare i capelli sarà sempre  e solo la mano di qualcuno dei Servizi Sociali ?

Ma come è possibile partire con un presupposto di questo tipo? Di me cos'avranno detto?

Già la sento dura per me … figuriamoci per questo povero Cristo a cui stanno per caricare la croce sulle spalle.

Commenti offerti da CComment

Search