Ma dove sto andando ?

Chemio, radio, analisi del sangue, neurologo, logoterapia, otorinolaringoiatra, c'è di che essere stanchi.

Se guardo indietro mi sembra passato tanto tempo dal lontano primo dicembre, se guardo avanti mi pare tantissimo il tempo che manca alla fine del tunnel.

E' una corsa o una sfacchinata, certo non una passeggiata anche se cerco di trasformarla in questo.

Rallento i ritmi, mi concedo di riposare, arrivo sempre per tempo in modo da non farmi prendere dall'ansia del ritardo, ma non basta !

Ci sono momenti in cui ho paura, manifesto sicurezza, quasi spensieratezza, ma temo sempre che le cose precipitino: finora sono riuscito a tenere nervi e fisico sotto controllo, ma se succede un imprevisto ?

Tagged Under

COM_COMMENT_POWERED_BY

Search