Write a comment

Reddito cittadinanza, in 5 giorni oltre 16mila domande da navigator: boom dal Sud
A guidare la classifica regionale delle candidature c'è la Sicilia.

Il profilo: laurea magistrale in Giurisprudenza

di ALESSANDRO BANFO 24 aprile 2019

Oltre 2.200 richieste nel Lazio, appena 10 dalla Valle d'Aosta.

E un boom di domande dal Sud, vero e proprio bacino del reddito di cittadinanza.

Appena cinque giorni dopo la pubblicazione del bando per i navigator, arrivano i dati ufficiali Anpal sui candidati per i 3mila posti da tutor della misura bandiera del M5S.

In totale i nomi arrivati online sono stati 16.773, disposti a fronteggiare prima dell'estate il quizzone di selezione che scremerà la prima ondata.

A guidare la classifica regionale delle candidature c'è la Sicilia - con 2.477 candidati - subito davanti la Campania (2.475), seguite poi dal Lazio con 2.236, dalla Puglia con 2.004 e dalla Calabria, dove i candidati a oggi sono 1.497. In fondo 'maglia nera' per la Valle d'Aosta, seguita dal Molise penultimo con 133 domande.

Gli aspiranti navigator, che si sono iscritti sulla piattaforma realizzata in collaborazione con Inps usando una come credenziali il Pin Inps, lo Spid e il Cns (Carta Nazionale dei Servizi), posseggono soprattutto la laurea magistrale in Giurisprudenza: sono infatti 5.781 coloro che provengono da questa facoltà; seguono Scienze economico- aziendali con 2.521, Scienze della politica con 1.503, Scienze dell'economia con 1.441 candidati.

Postilla: i laureati devono scegliere già ora la provincia per la quale si candidano, con la deadline fissata per le 12 dell'8 maggio .

I dettagli? L'incarico di collaborazione avrà durata biennale fino al 30 aprile 2021 e un compenso lordo annuo pari a 27.338,76 euro, con 300 euro lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese.

In sintesi un contratto precario da 1.600-1.700 euro netti mensili, che sembra suscitare un discreto interesse.

Contando che il primo giorno sono arrivate circa 3.415 domande, il ritmo, che potrebbe aumentare in prossimità del'8 maggio, sembra appunto di oltre 3mila candidature al giorno.

Le previsioni sono di circa 100-150mila richieste, ma dopo una prima 'selezione' per titoli saranno ammessi al test a crocette circa 60mila candidati.

In pratica 20 aspiranti tutor per ogni contratto in ballo.

La prova di selezione consiste in un test con domanda a risposta multipla costituito da 100 domande in 100 minuti tra cultura generale, quesiti psicoattitudinali, logica, informatica e disciplina dei contratti di lavoro.

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

You are not authorised to post comments.

Comments powered by CComment

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta