Write a comment

DEBOLEZZA DEI LEGAMI SOCIALI

Sembra proprio che sempre più spesso alla gente non importino le vicende degli altri, dolorose o felici che siano.

Anche nelle famiglie si vive sempre meno "insieme" e sempre più "isolati"

Ciascuno tende a vivere per conto proprio e con interessi spesso divergenti.

Aumentano i separati o isolati in casa.

Anche le associazioni, che nel passato offrivano occasioni di incontro tra giovani, tra genitori, tra adulti e tra anziani, oggi sono sempre meno frequentati.

Molti giovani sono impegnati di frequente con gli auricolari, col telefonino, con i computer, ma sempre più estranei gli uni dagli altri.

L'indifferenza fra le persone sta crescendo e rendendo sconosciuti anche i vicini di casa, i colleghi di lavoro, le persone che frequentano le stesse strade.

Sempre meno ci si stringe la mano, ci si abbraccia, ci si saluta, si scambia qualche opinione e ci si confida qualche cosa. . .

Eppure sarebbe importante e bello sintonizzarsi e ascoltarsi senza fastidio o impazienza, stabilire qualche rapporto di reciproca attenzione, sorridere al momento giusto e nella misura personalizzata, secondo le circostanze, lasciarsi coinvolgere autenticamente.

Bisognerebbe recuperare il tono pacato, lo stile tranquillo, la disponibilità a lasciarci coinvolgere, evitando, naturalmente, ogni esagerazione.

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

You are not authorised to post comments.

Comments powered by CComment

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta