Sei qui

Write a comment

“TAGORIANE“

Invocazioni brevi

 Uno

Anch'io sono opera

delle tue mani,

Signore.

Vivo perché Tu

mi fai vivere.

Tu hai doni

per tutte le età,

per tutte le condizioni.

 Due

Sento la vita

scorrere in me,

perché Tu

mi hai ordinato

di essere attivo.

 Tre

Tutto testimonia

la tua presenza:

ogni cosa Ti loda.

Vorrei anch'io

unirmi al coro

dell'Universo,

senza troppo stonare.

Quattro

Vorrei essere testimone

della tua bontà,

conservandomi

pulito

nelle intenzioni,

nelle azioni.

 Cinque

Sono stanco,

Signore,

di operare

senza tregua.

Fammi sostare

dialogando con me

di cose

che placano.

Sei

Accetta, Signore,

l'offerta della mia vita,

così com'essa è.

Non vorrei

Tu mi lasciassi

languire

pietosamente.

 Sette

Mi sento gonfiare

d'orgoglio, talvolta.

Vorrei non succedesse mai.

Di fronte a Te

posso essere

solo un pulcino.

Otto

Ho fatto di tutto

per esser qualcuno,

e mi sono distratto,

e son diventato

stupido e sordo.

Ora non so cosa

mi succederà.

Sei disposto, Signore,

a perdonare

e ad entrare

nella mia casa buia ?

Nove

Non ho più nulla

da fare, Signore.

Lasciami ancora

sussurrare una parola:

concedimi un angolo

per esserci

e per vederTi.

 Dieci

Mi hai creato, Signore,

mi hai dato una missione.

Ho cercato di svolgerla.

Adesso prendimi con te:

voglio sentirTi

e vederTi.

Undici

Attorno a me

vedo buio,

mistero,

silenzio inquietante.

Liberami, Signore,

dalla paura

che mi attanaglia.

 Dodici

Io son disorientato.

Fammi capire, Signore,

se stai arrivando

e da dove.

Tredici

Tu che metti tutti

a dormire,

fa rmposare anche me:

fammi conoscere

la luce, domani.

 Quattordici

Aiutami ad accogliere

i momenti disperati,

senza ribellione,

per riprendere,

appena possibile,

a vivere.

Quindici

Fammi provare,

almeno una volta,

come è bello

perdermi in Te,

illimitatamente,

Signore mio.

 Sedici

Liberami, Signore,

dalle quotidiane angustie,

dal piccolo mondo

di casa mia.

Fammi restare sempre

al cielo aperto

perché, vedendo

orizzonti sconfinati,

mi avvicini un poco

alla tua immensità.

Diciassette

Non consentire, Signore,

che l'esistenza mia

si chiuda

in pensieri troppo corti

in meschini sentimenti,

in orizzonti

insopportabilmente

angusti.

 Diciotto

Mi parve prossima

la conclusione della mia vicenda.

Nacquero,

invece, nuove spinte

a continuare.

Chi può conoscere i misteri

del Creatore ?

 Diciannove

Ti prego,

Dio mio,

di pulsare

nel mio essere,

specie quando

tutto in me

si va spegnendo

per l'ammasso

del materiale

che mi investe.

 Venti

Non vorrei,

Signore,

che i fratelli

vedessero la mia miseria.

Perché

Tu

non Ti chini

per sollevarmi ?

Ventuno

Non ho visto,

Signore,

la tua presenza

negli episodi

che segnarono

la vita mia.

Non Ti adirasti

e continuasti

a seguirmi, lo so,

a mia insaputa.

Ventidue

Un giorno, lontano,

ho sentito

il tuo appello:

mi hai trasformato

mettendomi addosso

una voglia di fare

che il tempo non ha

ancora esaurito.

Ventitre

Vorrei ogni giorno

incontrarmi,

al risveglio,

con l'immagine. ;

della tua immensità,

della tua presenza,

e conservarla

fino a sera.

Ventiquattro

Il tuo apparire

mi fece sobbalzare,

Signore.

Ero inerte,

scoprii la tua presenza,

ricominciai

ad apprezzare la vita.

Venticinque

Sono qui,

Signore,

perché

Tu,

ora,

hai bisogno

d'amarmi: perché

non puoi trattenere

i doni nelle tue mani.

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta