Write a comment

Di domenica sera, da qui, si parte solo verso il cielo.

E’ tardi (soggettivo) mi hanno già dato un tranquillante, ovviamente quello che vogliono loro, forse solo un placebo, e sto per cedere al sonno.

L’atmosfera “invita” luci abbassate, silenzio, anche gli infermieri parlano sottovoce, cosa abbastanza strana non il sottovoce, ma il così discreto: per loro sono ore di lavoro.

Ascolto un po’ di musica a volume basso perché mi pare di disturbare anche con le cuffiette tanto che le tolgo per ascoltare cosa sentono gli altri.

D’improvviso si accendono tutte le luci e  percepisco, dalla mia posizione distesa, che c’è’ un grande movimento ed agitazione, il rumore supera il volume delle cuffiette.

Vedo passare camici rossi, verdi, verde bottiglia, bianchi, tutto sommato allegri, se non ci trovassimo in rianimazione.

Una concitazione generale, un via vai di persone, parole, improperi e di preghiere, di suoni e di sibili di apparecchi, di ordini e di risposte.

Si percepisce un misto di speranza e di angoscia riferite  ad una persona che ha seri problemi di sopravvivenza, gli infermieri che sembravano distaccati, d'un tratto diventano estremamente impegnati, quasi il malato fosse un loro parente stretto..

Ascolti ed interpreti ogni suono, rumore, bisbiglio o urlo, nessuna possibilità di andare a "curiosare" sia per discrezione.

Di colpo, silenzio totale, assordante.

I “figuranti colorati” lentamente scivolano via, tornano alle loro faccende di routine.

Credo di aver intuito cosa è successo: alle tre del mattino di lunedì l’anima di questa persona ha preso la strada del reparto divino:  a quest’ora non vengono fatti trasferimenti a nessun altro reparto. Fa rabbrividire: qui non si scherza affatto, si sa di essere entrati, ma non si sa con certezza come si esce.

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

config
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta