Write a comment

Scherzi fatti dall’ossigeno

Tutto il giorno che mi spremevo le meningi a cercare un lavoro per le mie due Sare, una mia figlia e l’altra la figlia di Milli.

Fra  le varie soluzioni “l’ossigeno” me ne suggeriva in continuazione: una che continuava a rimbalzarmi da una sponda all’altra del letto  era quella di aprire a Sara e Niccolò un localino tutto loro.

Ricordo che tra una sveglia e l’altra ne avevo ristrutturati con la mete almeno 4 o 5 ma sempre mi “svegliava” l’incubo della mafia cinese e dei loro monopoli.

Poi i ragazzi erano giovani ed avrebbero avuto bisogno di supporto.

Avevo così deciso di seguirli e di controllare gli accessi dei clienti al loro locale assumendo un’aria da malavitoso, ma non era possibile continuare così perché ogni volta che si accorgevano di me io davo loro l’idea  di aver bevuto parecchio e questo mi infastidiva molto.

Ristrutturai, sempre sotto effetto dell'ossigeno, persino una malga di montagna, riordinai il garage in modo da poterlo utilizzare come magazzino per il locale.

Non contento, cominciai a progettare un viaggio, da farsi in luglio, attraverso la Germania, ovviamente in macchina non rendendomi conto che non ero neanche in grado di stare in piedi.

Altri pensieri mi proponevano di mettermi a studiare informatica a fondo, di fare dei lunghi giri in bicicletta, di curare e tenere un orticello.

Pensai poi che l'altra volta ci avevo messo sei mesi prima di riprendere una vita appena decente.

Non mi dispiaceva girovagare col pensiero in questa maniera apparentemente assurda, ma  mi dava la sensazione di poter fare programmi di vita, e cosa di meglio che in rianimazione fare programmi per il futuro?

Proseguii così tutta la notte, e la mattina salutai con un certo entusiasmo l'infermiere di turno che oramai conoscevo per nome e sapevo che mi avrebbe immediatamente sottoposto alla "tortura" della igiene personale, senza concedermi il tempo di rientrare dai miei sogni ad occhi aperti.

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

config
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta