Write a comment

Si va in scena

Venerdì mattina.

Mi ero preparato anche per farmi una bella dormita, sia pur artificiale, cioè indotta con i farmaci.

Sul comodino il camice da sala operatoria ed una novità: le calze antidecubito, bianche, con i talloni rosa, mi fanno sentire molto “pippi calze lunghe”.

Al camice ero "abituato" anche se non ho mai capito perché per operarti alla gola devi presentarti in sala operatoria praticamente nudo, forse per l'eventuale esigenza di rianimazione urgente.

Potrei dire “come al solito “, mi sento molto ridicolo ma i corridoi dalla camera alla sala operatoria, li percorro tutti con un telo sopra alle gambe per fortuna, a nascondere l'abbigliamento ridicolo.

Dalla giacca a vento e jeans in camice da sala operatoria, un passaggio brusco e deciso, tutto sommato quello che mi ero augurato, ad evitare una inutile attesa in camera.

Sapevo, visto che era venerdì che ero l'unico paziente previsto per operazioni quel giorno ed ero tranquillo che non avrebbero dovuto lavorare in fretta.

Iniziava il tour verso la sala operatoria, ero solo perché avevo chiesto a tutti di non venire inutilmente a passare ore ed ore ad aspettare per nulla.

Ti guardi intorno la gente che ti osserva con uno sguardo di pena e tenerezza: non sanno a quale intervento dovrai essere sottoposto, ma sanno che lo sarai e percepisci la solidarietà.

Porte, accessi vietati, tutti superati.

La direzione è quella: "sale operatorie".

I “camici verdi” devono fermarsi davanti ai “camici rossi” delle sale operatorie, li ti prendono in carico gli anestesisti … un gruppo che lavora attorno e sul tuo corpo con professionalità ma freddamente, ti chiedono il nome di battesimo e da quel momento ti chiamano con quello e ti danno del tu, chi si occupa del drenaggio, del catetere, dell’ aghetto del sensore di dolore alla fronte.

Poi torni tu col tuo cognome.

Credo che mi abbiano assopito, mi dicono che l'anestetico spesso fa dire scemenze !

Alla fine mi sono perso il mio ingresso trionfale in sala operatoria perché evidentemente sciocchezze ne avevo già dette abbastanza ed hanno deciso di sedarmi.

Mi hanno detto che già solo stare le 4 ore che è durato l'intervento nella posizione “assurda” nella quale mi hanno messo era da anestesia …

Ho visto oggi un telino operatorio verde e mi sono chiesto il perché i chirurghi usano fori sempre molto piccoli, lo chiamano campo operatorio, che gli permettono la sola visione dell’ area da trattare chirurgicamente...

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

You are not authorised to post comments.

Comments powered by CComment

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta