Write a comment

Scortesia o autodifesa ?

Mentre eseguivo le terapie di chemioterapia, avevo ovviamente dei lunghi tempi di attesa dovuti alla necessaria alternanza ai posti di trasfusione.

Osservavo spesso 'atteggiamento dell'infermiere addetto al ricevimento dei pazienti, allo smistamento, alla consegna di certificati ed alla gestione degli appuntamenti.

Molto spesso appariva scortese e distaccato, dava delle risposte secche e che non ammettevano replica.

Nell'osservarlo, con il suo atteggiamento sconfortante, m sono reso conto che si trovava in una posizione che richiedeva quel titpo di approccio lavorativo: si trovava troppo spesso, direi quotidianamente, a dove mediare tra ritardi dei medici, che potevano variare da 39 minuti sino a due ore, possibilità di accedere ai posti trasfusione, necessità di dare appuntamenti "£per quanto possibile precisi" e costantemente smentiti dal personale medico e paramedico.

Se avesse tentato una minima mediazione con qualsiasi o tutti i suoi interlocutori, avrebbe trascorso la sua giornata lavorativa in infinite discussioni e giustificazioni sulle quali non aveva il minimo potere di intervento.

Io credo che se avesse potuto avrebbe risolto i problemi di tutti.

Ricordo bene che una volta chiesi di poter parlare con il medico che mi seguiva e, non essendo urgente, se avessi potuto vrderlo il giorno seguente. La sua risposta fu che ce non si trattava di una cosa lunga, mi avrebbe inserito tra due pazienti in modo che, anche a me, fosse assegnata una posizione ufficiale di attesa.

Quando obbiettai che si trattava proprio di due minuti spiegandogli di cosa avevo bisogno mi rispose che lui non voleva storie e che se fossi entrato prima di qualcun altro senza essere chiamato dal medico, si sarebbe creato un vespaio.

Compresi perfettamente il suo comportamento di autodifesa o di tentativo di non avvelenarsi quotidianamente il sangue ion inutili quanto probabili discussioni per problemi che oltretutto non dipendevano assolutamente da lui.

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

You are not authorised to post comments.

Comments powered by CComment

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta