Sei qui

Write a comment

I miei pensieri

Ovviamente ero entusiasta di questo passaggio vitale per me, questo voleva dire poter, o dover cambiare tutti i miei programmi di interventi, di totalizzazioni, di ferie, di vita !

Il mio entusiasmo era ovviamente placato dal dubbio che l’evento avesse potuto essere casuale, fortuito, anche se ripetuto sia  apranzo che a cena.

La mattina seguante, ovviamente, ho provato con la colazione, alla quale oramai avevo rinunciato per i problemi che il cambio di cannula mi generava per mangiare un pezzetto di dolce o una merendina e poi, sempre in forse un po’ di caffè senza sporcarmi fino alla cintura.

Per affermare che avevo vinto, era necessario provare e riprovare, poter far diventare questo gesto abituale, sempre più naturale e spontaneo.

Stavo affidandomi alle meravigliose reazioni di cui Madre Natura ci ha dotato tutti: il mio organismo stava riadattandosi alla nuova situazione causata dalla tracheotomia e adibendo alcune membrane a ruoli nuovi ai quali non erano mai state preposte.

Io penso che ancora una volta la fiducia in me stesso e nella naturale meraviglia del nostro corpo aveva avuto il sopravvento.

Avevo bisogno assoluto dell’ approvazione dell’otorino, anche non fosse stato Nick in priima persona: il mio terrore era di non percepire l’eventuale broncopolmonite ab-ingestis che certamente mi avrebbe provocato ulteriori gravi problemi. 

Non restava che attendere venerdì alle 11 … formalmente disposti ad attendere fino alle 13, considerato il regime ospedaliero in vigore.

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta