Sei qui

Write a comment

Il dado è tratto

E allora è deciso e cosa fatta, parto per le ferie e non ho fatto l’intervento, tutto rinviato, mi resta il sospetto che Nick sia stato felice di rinviare il programma piuttosto che seriamente convinto che possa essere la soluzione migliore.

A questo punto, poco m’importa: valuto io che è la soluzione migliore, so perfettamente che per me sarà ancora faticoso: ci vorrà pazienza, sopportare ancora per un paio di mesi la fatica di non poter bere liberamente.

A volte però vado in crisi: può la sola forza di volontà far modificare la struttura fisiologica di una persona ? A volte mi dico di si,: è grazie a questa che non ho portato il sondino diretto allo stomaco, ed è ancora grazie a questa che sono riuscito ad arrivaare ad oggi senza accusare grandi colpi dal punto di vista emozionale, in parole povere non mi sono fatto un esaurimento nervoso. E grazie alla forza di volontò ho imparato a mangiare senza la cannula cuff

iata, a sperimentare ogni giorno cose nuove come acquisire dell’acqua in bocca ed espellerla attraverso lo stoma.

Allora mi incoraggio e penso che il tempo mi darò ragione se riesco a non desistere dal mio credo.

Certamente la totalizzazione avrebbe risolto nel giro di una decina di giorni tutti i problemi, aprendone però altri, da affrontare con meno urgenza ( come quello di imparare a parlare esofageo ) e che alla fine mi avrebbe indotto a trovare una soluzione più comoda e  “sedermi” su uno stato di sopravvivenza quasi passiva.

Solo il tempo midirà se ho avuto ragione, se ho fatto bene o ho perso tempo inutile, se mi sono creato illusioni fasulle per le quali probabilmente soffrirò.

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta