Write a comment

L'attesa

Aspettare senza poter far niente.

Probabilmente non ci sarebbero particolari problemi se non fosse per la fessura che mi è stata lasciata tra base lingua, trachea ed esofago, quella che dovrei andare a farmi sistemare con l'intervento di chirurgia plastica.

Ma credo che neanche in questo caso ci sia stata una grande comunicazione tra i reparti: da una parte il primario di otorinolaringoiatria si scusa con me per il grave disagio, dall'altra si lascia passare un mese senza dare una motivazione.

Il mio problema è che mi va di traverso anche la più piccola goccia di saliva il che mi obbliga a tossire continuamente.

Hanno ipotizzato che con la radioterapia i tessuti potrebbero reagire in modo da otturare, almeno parzialmente, questa fessura per effetto del gonfiore ai tessuti che andrebbe a provocare.

Tutti erano d'accordo che avviare il programma di radio e chemioterapia era decisamente urgente, considerato che erano trascorsi già quasi due mesi, ricordo che era il 28 di gennaio.

Dopo quella decisione, ei giorni immediatamente seguenti avevo avuto gli incontri con il radioterapista e con l'oncologo ed entrambi convenivano sull'urgenza di cominciare.

Facendo il calcolo "della serva", mi serviranno almeno sei settimane per il trattamento, altre sei per l'attesa di poter trattare i tessuti chirurgicamente e poi altre quattro tra intervento e convalescenza, sempre che vada tutto bene.

quindi sedici settimane che corrispondono grosso modo a quattro mesi.

Finirò il mio percorso entro il mese di giugno?

Certo che sette mesi sono decisamente tanti !

Fine dell'attesa

Oggi mi hanno telefonato dal'ospedale per dirmi che da domani, e per trenta sedute, devo iniziare la radioterapia.

Dopodomani, invece, comincio la chemioterapia.

Grosso modo per fine marzo dovrei avere finito tutto.

Io credo che l'accelerazione che ha preso la vicenda sia dovuto, come al solito, ad una carenza di informazioni, di comunicazione.

Ho scritto, in altra sede, che il primario mi aveva manifestato più volte la sua desolazione nell'avermi "lasciato" nella condizione di perdere dalla gola tuttii liquidi, e non solo, che ingerisco direttamente.

Al contrario, a mio avviso, in radiologia hanno assunto la richiesta di trattamento radioterapico e l'hanno inserito in una routine normale, nei tempi stabiliti ragion per cui avrei dovuto cominciare ai primi di marzo .. che spesso ai primi può significare anche fino al dieci.

Io credo se il primario o un suo delegato avesse telefonato in radioterapia ed avesse avvisato della particolarità del mio caso, le cose avrebbero potuto essere molto più snelle.

Alla fine è bstato parlare con un operatore e spiegare la difficile situazione per anticipare i tempi.

Inizio, con un po' di titubanza, di paura: leggendo le varie opinioni espresse su queste terapie, c'è da prendere paura, soprattutto per gli effetti collaterali che provocano.

Non credo di essere un ammalato che si spaventa facilmente, ma l'incognita e la rilevanza, che si trova ovunque, data alla "avventura" lascia un po' sconcertati.

E' anche vero che tutta la bibliografia in proposito parla di effetti differenti da soggetto a soggetto, ed io spero innanzitutto di essere un soggetto che assorbe bene l'urto e poi che ci sia una specie di valenza eccessiva che si da, in genere, a questa prova medica dovuta in parte dal fattore emotivo che rischia di giocare brutti scherzi.

Starò a vedere e gestirò la cosa al meglio: mi hanno già anticipato che dolori neuropatici aumenteranno, che non potrò mangiare cibi piccanti, alcoolici, aceto, limone, che si altererà il gusto, che mi si gonfieranno i tessuti molli interni.

Credo che ad ogni momento vada dato il peso che merita e richiede. Tutto sommato non si tratta di un periodo talmente lungo da non poter essere sopportato.

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

You are not authorised to post comments.

Comments powered by CComment

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta