Write a comment

Il criceto

L’8 Dicembre è festa, in molti hanno avuto voglia di venire a trovare “il criceto”.

Fabrizio e Mara, Arianna e Andrea, Ivo e Giusi, Valentina, questi almeno me li ricordo … a parte Milli, ovviamente.

Quello che ricordo bene è il soprannome che mi  ha affibbiato mia nipote Valentina, quando disse che sembrava che io avessi la scorta di noccioline tra la guancia e i denti, esattamente come i criceti, quando fanno le scorte di cibo.

In effetti il gonfiore delle ferite così fresche creava questo effetto strano sotto al collo.

Fece ridere un po’ tutti ed anche me, che non mi ero ancora reso conto di come apparivo per cui chiesi una foto.

Oggi preferisco non riguardarla perché effettivamente avevo il volto sfigurato e tutto il sottocollo gonfio e “scorte alimentari per un anno“, un occhio storto, semichiuso, la bocca abbassata, accennavo ad un sorriso che sembrava realmente tirato fuori per la stampa.

Anche questo aspetto fu sottovalutato, imputato al post intervento ma in realtà una possibile lesione neurologica per la quale porto ancora oggi le conseguenze.

Il soprannome di criceto, fortunatamente passò abbastanza in fretta; fortunatamente, non tanto perché mi desse noia, ma perché il mio volto riprendeva un po' di riconfigurazione, almeno a me così sembrava, ma foto non ne ho più volute.

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

config
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta