Write a comment

Si rientra in corsia

Venerdì aspettavo la comunicazione che sarei rientrato in corsia ORL a momenti, per me era una gioia, la fine di un incubo, la luce del sole anche se coperta dalla nebbia, poter vedere più di una persona alla volta, poterle abbracciare, un sogno che si concretizzava.

Sentii, però, che il primario di otorinolaringoiatria parlava con il medico di rianimazione e li diceva:

" tienimelo qui fino a lunedi: questo fine settimana sono via e vorrei essere tranquillo"

Letteralmente una freccia dritta al cuore quando gli ha risposto di si, se non si fossero presentate urgenze particolari.

Avevo capito giusto, ma quando entrambi sono venuti da me mi hanno "spiegato" che era più sicuro tenermi sotto controllo almeno ancora un paio di giorni.

Sono stato zitto, sia perché non potevo parlare, sia perché avevo perfettamente capito che non avrei potuto farci assolutamente niente.

Mi "rannicchiai" metaforicamente nel letto, avrei avuto ancora quarantotto ore prima che il mio sogno si realizzasse.

Avrei potuto modificare qualcosa rispetto a quanto deciso ? Certamente no! Quindi la cosa più saggia era cercare di prenderla con il massimo di filosofia.

You must login to post a comment.
Loading comment... The comment will be refreshed after 00:00.

Be the first to comment.

You are not authorised to post comments.

Comments powered by CComment

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta